Sacile Partecipata e Sostenibile

Restaurare, anzi “rigenerare” la nostra città PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Marzo 2013 18:46

Se anche la politica sacilese avesse saputo negli ultimi vent'anni, come è successo in Europa, tarare la crescita urbanistica non sugli interessi dei poteri forti ma su quelli dello sviluppo della qualità della vita, oggi ci troveremmo forse con meno cantieri in crisi e meno antagonismo tra due visioni ormai troppo distanti.
Non è facile di fronte a questo innegabile disastro urbano che ha svuotato e degradato il centro facendo esplodere verso l'esterno la nostra città senza averla dotata di adeguati servizi sostenibile nel tempo, trovare oggi un punto di equilibrio tra esigenze finora così contrapposte, che mai avrebbero dovuto diventare tali.
La riqualificazione urbana che urge per Sacile deve purtroppo essere ormai considerata un vero e proprio “restauro”. Un restauro però che non può essere considerato come una riproposizione statica bensì come un processo rigenerante che coinvolga la vita quotidiana. Un assetto urbano di valore influenza positivamente la vita cittadina sotto il profilo percettivo, naturale e culturale.
Ecco che la riqualificazione energetica diventa garanzia di salubrità ambientale all'interno e al di fuori delle abitazioni, ecco che l'ampia estensione di un progetto di moderazione del traffico unitamente all'abbattimento di tutto quanto viene inteso come barriera architettonica diventa garanzia di

spostamenti non motorizzati, di abbassamento dell'inquinamento e più gente a riempire la città, ecco che coinvolgere nei progetti urbanistici tutti gli attori, in primis i cittadini, affinchè ne condividano idee e strategie, diventa garanzia di buon governo partecipato e di elevazione della qualità politico-amministrativa.
Questo era il fine del “restauro” riqualificante, rigenerante e dinamico di Viale Zancanaro, come da noi proposto: 30km all'ora, nessun dislivello tra carreggiata e marciapiedi, parcheggi a spina di pesce su lati alternati per rompere la visuale dritta del senso unico, due incroci rialzati alle due intersezioni con via Carducci e con via Bellini e un generoso arredo urbano. Magari attraverso un percorso partecipato, quel che oggi si definisce Open Work Table, cioè tavoli di lavoro aperti, per dare prima tutte le informazione necessarie a tutti gli attori del processo, pervenire ad una comune valutazione del bisogno, elaborare un'analisi delle potenzialità e infine “costruire cultura” per condividere i vantaggi derivanti da un progetto improntato sulla sostenibilità, che si tratti di scelte urbanistiche, di moderazione del traffico, di interventi strutturali.

Invece no, l'Amministrazione ha rifiutato il dialogo, ha pensato di imporre la sua decisione (pressochè uguale alle intenzioni dell'Amministrazione precedente) dimostrando anch'essa di soffrire della famosa “sindrome DAD”, Decidere – Annunciare – Difendere, che inevitabilmente genera febbre altissima nel muro contro muro.

E intanto la visione che offre Viale Zancanaro è di triste abbandono. A dimostrazione che, se non si ha prima una visuale ampia di dove si vuol arrivare, ogni intervento singolo è destinato a fallire. E, al tempo stesso, a dimostrazione che a volte il blocco dell'economia è causato da amministratori incapaci di mettere in moto un cantiere che partendo dal coinvolgimento della cittadinanza arrivi all'inaugurazione di un risultato atteso e festeggiato da tutti.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Marzo 2013 19:04
 
Articoli correlati :

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il Prefetto risolve l'attesa al freddo

Finalmente dopo quasi UN anno nessuno sarà più costretto ad addossarsi al muro per stare un pò al riparo in attesa di vaccinarsi. una seconda volta perchè evidentemente si era cercato di fare orecchie da mercante, ma da oggi, martedì 4 gennaio...

» Esposto al Prefetto per situazione attesa vaccinazione

AL PREFETTO di PORDENONESacile, 06/12/2021Oggetto: Ripetuti disagi per attesa turno vaccinazione a SacileIll.mo sig. Prefetto,Con la presente la sottoscritta intende sottoporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Davanti ad una delle sedi...