Sacile Partecipata e Sostenibile

Sacile e Maniago: le sorti del Pronto Soccorso non possono lasciarci indifferenti PDF Stampa E-mail
Martedì 29 Aprile 2014 17:15

Il Presidio Ospedaliero di Sacile “salvo”.
Una notizia che non può però andar oltre un temporaneo sospiro di sollievo. Una notizia che non celebriamo certo come una vittoria definitiva.
Non è solo questione di fiducia a lungo termine, è soprattutto il fatto che non possiamo prescindere da quanto sta succedendo intorno a noi.
Non possiamo infatti provare alcun senso di soddisfazione, che allora sarebbe davvero “campanilismo”, nel veder “salvata” Sacile e in parallelo aver visto abbattersi la scure su Maniago, in pratica nel giro di due settimane.

Come mai, ci chiediamo, una tal fretta di chiusura del Pronto Soccorso sulle 24 ore, dopo 20 anni che se ne parla? Come mai non abbiamo appreso dalla stampa di incontri con i cittadini per spiegare loro cosa significhi dal 1° maggio in poi, non avere più un “Pronto Soccorso”, bensì un “Punto di primo intervento”? Come faranno i cittadini dell'area del maniaghese a valutare se sia d'ora in poi il caso in cui basti recarsi al punto di primo intervento o che sia invece un caso da 118? Almeno ricordiamo tutti quanto fosse stata visibile sia sulla stampa sia all'interno dell'Ospedale stesso l'annuncio della riduzione delle 24 ore a Sacile. Nulla ci pare invece aver in questi giorni letto sulle pagine di Maniago.
Eppure ci risulta che al tempo stesso dei tre medici internisti ne rimangon due e che vengono eliminati anche i 14 letti di Medicina, in quanto da due settimane non si ricovera più. Letti di Medicina, perennemente occupati, come a Sacile, o addirittura sottonumerari, visto che è successo che alcuni pazienti siano rimasti una o due notti al Pronto Soccorso e poi praticamente dimessi. E non dimentichiamo che la popolazione della Pedemontana è prevalentemente anziana.

Cos'è? Si vuol forse sperimentare qualcosa prima di varare la riforma e lo si fa a Maniago perchè non ci sono le elezioni?

Ad ogni modo la gravità della repentina decisione e della scarsa informazione – e ci pare verosimile credere non solo nei confronti della cittadinanza, ma forse anche del personale stesso – è superata dalla preoccupazione di quel che dovrebbe controbilanciare questa drastica riduzione: verrà riversato un carico ulteriore sul Pronto Soccorso di Pordenone che già, e basta esserci stati una volta, regge solo grazie a chi ci lavora.
A chi ci lavora con ritmi non accettabili, a maggior ragione pensando alla lucidità e prontezza che tutto il personale deve avere in un luogo simile.
Come si può esigere da un medico di Pronto Soccorso di stare in servizio per 12 ore???
Eppure ci sono anche medici che dopo 12 ore sono capaci di dimetterti alle 19.00 con la stessa calma e la stessa gentilezza con cui ti hanno accolta e tranquillizzata – e ovviamente visitata e “stabilizzata” - alle 7.00 di mattina.
Come fanno a reggere?

E come farà ora il personale di Maniago che forse nemmeno sa, vista la velocità del provvedimento, dove andrà a finire?
A ciò si aggiunge quel che oggi (29/04/14) apprendiamo dalla stampa, e cioè che verrà tolta una delle due ambulanze, e sarà proprio quella aziendale. In caso dunque di eventuale momento di bisogno, il personale della coop non potrà certo intervenire in aiuto al personale interno al punto di primo soccorso (ci saranno solamente un medico e un infermiere), cosa che invece avrebbe potuto fare il personale infermieristico dell'Azienda.

SPS sostenuto sin dalla sua nascita il Comitato per la Salute Pubblica Bene Comune proprio perchè siamo convinti del forte legame tra tutte le realtà e delle ripercussioni che ogni scelta prima o poi ha  anche sui propri vicini. Non possiamo quindi non vedere in parallelo ciò che esattamente negli stessi giorni è accaduto a Sacile e a Maniago.
Non riusciamo a far prevalere la soddisfazione per questa momentanea rassicurazione sulla preoccupazione che intorno nulla ci pare pronto per la “riconversione”, sicuramente non il povero Pronto Soccorso di Pordenone.

scarica petizione Comitato Salute Pubblica Bene Comune >>>

Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Maggio 2014 17:54
 
Articoli correlati :

» Sospeso report mensile inquinamento a Sacile

Carissimi lettori e sostenitori, in particolare quelli sempre molto attenti alle gravi problematiche dell'inquinamento. Purtroppo per ora non so SE e QUANDO si potrà ripubblicare puntualmente mese per mese il pdf che vi mostrava ogni nel modo più...

» Primo comunicato stampa elezioni 2022

Alleanza Verdi Sinistra e Sacile Partecipata e Sostenibile: a Sacile è tempo di voltare pagina.Le recenti elezioni politiche hanno restituito anche a la presenza importante della sinistra ecologista e dei diritti, nel più ampio schieramento...

» La storia finita, la storia INfinita e i prefabbricati per il Pujati

Cari lettori e sostenitori, so che ormai non vi preoccupate se il titolo vi sembra strano, perchè sapete che di seguito tutto verrà spiegato E provato nei dettagli.Andiamo per ordine:1) La storia finita è quella per cui dobbiamo tutti tirare un...

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» Assemblea regionale sulla SANITA' 24 giugno!

Facendo seguito alle quasi 18.000 firme dei cittadini del FVG raccolte nei mesi scorsi e presentate alla regione, ecco l'appello a partecipare alla grande assemblea che tirerà le somme su quanto successo ad oggi, approfondirà diverse problematiche...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...