Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

BUONE FERIE!

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 82 visitatori online

Notizie flash

Contro ogni razzismo: SPS crede nella ius soli!!!

San Giovanni del Tempio: subito un tavolo di confronto PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Novembre 2016 18:04

Troppo lunga e frequente la catena di incidenti sulla Pontebbana nel tratto di San Giovanni del Tempio. L'amministrazione sacilese convochi subito un tavolo di confronto con tutti i soggetti istituzionali coinvolti.
Si promuova uno studio e si prenda in esame, METRO per METRO, tutti i fattori, anche apparentemente poco evidenti, che potrebbero essere potenziali cause di incidenti.

Alcuni li stiamo facendo presenti da anni:

A parte il disorientamento di un incrocio con semaforo che però è a senso unico, disorientamento dimostrato dal fatto che ancora oggi ci sono entrate contromano dalla Pontebbana, riteniamo altamente pericoloso che l'entrata in via Pordenone si trovi in un tratto NON soggetto ai 50km/h e poco illuminato, visto che il primo palo della luce si trova appena lì e prima, provenendo da PN, è tutto buio e dopo bisogna aspettare il semaforo per trovare anche il primo palo di illuminaizone.
A ciò si aggiunge che uscendo da via Pordenone per andare in direzione Sacile al tempo è stata prevista la possibilità di entrare fino a centro strada, fermarsi sulla segnaletica orizzontale con freccia di immissione a destra ed immettersi poi sulla carreggiata di destra. Dopo qualche tempo però è stato aperto il ristorante di fronte a via Pordenone e ovviamente, chi arriva da Sacile, si porta in centro strada per svoltare a sinistra. E dove si posiziona? Esattamente sulla freccia che invece indica al contrario verso Sacile!
Problemino per le vacanze Natalizie: se in quel momento esce uno da via Pordenone e arriva uno da Sacile CHI ha diritto a contendersi il centro strada, freccia disegnata sull'asfalto compresa???

Soluzione: chi ha la macchina più nera, lucida e grossa.
Ma non basta. Alla sera, dopo le 21.30, poco serve il segnale di divieto di sosta: visto che non ci sono mai controlli le auto parcheggiano impunemente a ridosso dell'incrocio, addirittura su entrambi i lati!

Ora, è vero che ormai è tardi, non si ppossono chiudere i passi carrai delle decine di case che danno direttamente sulla Pontebbana. Ma fermiamoci almeno un attimo a pensare QUANTE nuove uscite (come per le molte nuove attività commerciali) abbiamo creato in questi ultimi anni, quando già tutti parlavano della pericolosità degli accessi diretti. Fermiamoci almeno un momento a riflettere e convenire sul fatto che stiamo pagando - anche con la vita - scelte come al solito dettate da grave sottovalutazione per incapacità previsionale o scambio di favori per avere facili voti o semplicemente superficialità.

Ecco, allora arginiamo questa dilagante negligenza e iniziamo uno studio, ripetiamo, metro per metro, per vedere se almeno almeno almeno si riesce a disinnescare qualche miccia.

Forse ci sono alcune uscite che potrebbero essere raggruppate? Forse c'è questa o quella stradina (ad es. una vicino all'imbocco della bretella) che potrebbe essere chiusa perchè a pochi metri si può usufruire di un'altra? Ci sono forse ancora degli ostacoli visivi che possono essere rimossi? Forse si può mettere una "porta" all'inizio del tratto della Pontebbana che porta verso San Giovanni del Tempio come ce ne sono all'imbocco di strade nelle grandi città o in autostrada per dare info sul traffico? Forse si può fare in modo che sia sempre tempestivo il rifacimento della segnaletica orizzontale in modo che la striscia bianca continua sia sempre ben visibile bianca brillante?
E, in particolare, la presenza dei fossi ai lati della strada costituisce aggravante al sinistro, come ad es. il fatto di ulteriore trauma precipitandovi dentro, l'eventuale capovolgimento, il fatto di non poter aprire le porte, ecc.?

Resta poi ovviamente il fatto che sulla strada c'è sempre più ignoranza ed arroganza, sempre più distrazione e affidamento non al controllo umano, ma a quello tecnico. Beh, in questo caso ripetiamo quanto sosteniamo da sempre: "fare cassa" con chi mette in pericolo la vita altrui non è certo una cosa di cui "scusarsi" come continuamente molti amministratori fanno..... E i proventi delle multe saranno i benvenuti per essere investiti in sicurezza stradale!

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Novembre 2016 20:57
 
Articoli correlati :

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» l'ass. Ceraolo risponde, ma ... non convince

Arriva la risposta dell'ass. ai Lavori Pubblici in riferimento alla problematica della che avrebbe dovuto precedere l'inaugurazione della Funeral House a San Giovanni del Tempio, ma non soddisfa di certo.1) Come mai tutto queste spiegazioni non sono...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...

» Lettera a perta del comitato "Pontebbana, vogliamo respirare"

Lettera apertaAlle amministrazioni comunali di Sacile, Fontanafredda, Porcia, Pordenone, Fiume Veneto, Zoppola, Casarsa della Delizia, Valvasone Arzene, Alle associazioni dei territori indicati,Ai cittadini residentiVISTA la situazione in rapido...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...