Sacile Partecipata e Sostenibile

Contatti

Sorridente Per comunicare con noi puoi telefonare al n. 0434-733716

Per commentare gli articoli partecipa al gruppo Sacile Partecipata e Sostenibile in facebook

Avvisi

vogliamo una BICIPOLITANA da Sacile a Casarsa!!!

Segnalazioni

Banner

Chi è online

 19 visitatori online

Notizie flash

San Giovanni del Tempio: subito un tavolo di confronto PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Novembre 2016 18:04

Troppo lunga e frequente la catena di incidenti sulla Pontebbana nel tratto di San Giovanni del Tempio. L'amministrazione sacilese convochi subito un tavolo di confronto con tutti i soggetti istituzionali coinvolti.
Si promuova uno studio e si prenda in esame, METRO per METRO, tutti i fattori, anche apparentemente poco evidenti, che potrebbero essere potenziali cause di incidenti.

Alcuni li stiamo facendo presenti da anni:

A parte il disorientamento di un incrocio con semaforo che però è a senso unico, disorientamento dimostrato dal fatto che ancora oggi ci sono entrate contromano dalla Pontebbana, riteniamo altamente pericoloso che l'entrata in via Pordenone si trovi in un tratto NON soggetto ai 50km/h e poco illuminato, visto che il primo palo della luce si trova appena lì e prima, provenendo da PN, è tutto buio e dopo bisogna aspettare il semaforo per trovare anche il primo palo di illuminaizone.
A ciò si aggiunge che uscendo da via Pordenone per andare in direzione Sacile al tempo è stata prevista la possibilità di entrare fino a centro strada, fermarsi sulla segnaletica orizzontale con freccia di immissione a destra ed immettersi poi sulla carreggiata di destra. Dopo qualche tempo però è stato aperto il ristorante di fronte a via Pordenone e ovviamente, chi arriva da Sacile, si porta in centro strada per svoltare a sinistra. E dove si posiziona? Esattamente sulla freccia che invece indica al contrario verso Sacile!
Problemino per le vacanze Natalizie: se in quel momento esce uno da via Pordenone e arriva uno da Sacile CHI ha diritto a contendersi il centro strada, freccia disegnata sull'asfalto compresa???

Soluzione: chi ha la macchina più nera, lucida e grossa.
Ma non basta. Alla sera, dopo le 21.30, poco serve il segnale di divieto di sosta: visto che non ci sono mai controlli le auto parcheggiano impunemente a ridosso dell'incrocio, addirittura su entrambi i lati!

Ora, è vero che ormai è tardi, non si ppossono chiudere i passi carrai delle decine di case che danno direttamente sulla Pontebbana. Ma fermiamoci almeno un attimo a pensare QUANTE nuove uscite (come per le molte nuove attività commerciali) abbiamo creato in questi ultimi anni, quando già tutti parlavano della pericolosità degli accessi diretti. Fermiamoci almeno un momento a riflettere e convenire sul fatto che stiamo pagando - anche con la vita - scelte come al solito dettate da grave sottovalutazione per incapacità previsionale o scambio di favori per avere facili voti o semplicemente superficialità.

Ecco, allora arginiamo questa dilagante negligenza e iniziamo uno studio, ripetiamo, metro per metro, per vedere se almeno almeno almeno si riesce a disinnescare qualche miccia.

Forse ci sono alcune uscite che potrebbero essere raggruppate? Forse c'è questa o quella stradina (ad es. una vicino all'imbocco della bretella) che potrebbe essere chiusa perchè a pochi metri si può usufruire di un'altra? Ci sono forse ancora degli ostacoli visivi che possono essere rimossi? Forse si può mettere una "porta" all'inizio del tratto della Pontebbana che porta verso San Giovanni del Tempio come ce ne sono all'imbocco di strade nelle grandi città o in autostrada per dare info sul traffico? Forse si può fare in modo che sia sempre tempestivo il rifacimento della segnaletica orizzontale in modo che la striscia bianca continua sia sempre ben visibile bianca brillante?
E, in particolare, la presenza dei fossi ai lati della strada costituisce aggravante al sinistro, come ad es. il fatto di ulteriore trauma precipitandovi dentro, l'eventuale capovolgimento, il fatto di non poter aprire le porte, ecc.?

Resta poi ovviamente il fatto che sulla strada c'è sempre più ignoranza ed arroganza, sempre più distrazione e affidamento non al controllo umano, ma a quello tecnico. Beh, in questo caso ripetiamo quanto sosteniamo da sempre: "fare cassa" con chi mette in pericolo la vita altrui non è certo una cosa di cui "scusarsi" come continuamente molti amministratori fanno..... E i proventi delle multe saranno i benvenuti per essere investiti in sicurezza stradale!

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Novembre 2016 20:57
 
Articoli correlati :

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» sulla Pontebbana come a Darmstadt?

E' lo scivolo di un luna park? No!E' una pista da bob estiva? No!Poco prima di Natale 2020 a Darmstadt è stato inaugurato l'avveneristico “ponte rosso” che permette a pedoni, ciclisti e persone in carrozzina di passare da una parte all'altra di...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» cantiere bloccato: Esposto al Prefetto

Gioie e dolori (più spesso i secondi) del "project financing" e dei "raggruppamenti temporanei".Lo stato di abbandono e di degrado in cui versa da agosto il cantiere destinato alla costruzione della prima della serie di centraline idroelettriche su...

» Ci risiamo: l'amministrazione distratta sulle nuove norme

Ci risiamo. Dopo aver per anni negato in tutti i modi il dovuto rimborso per la depurazione, ora l'amministrazione sacilese DEVE affrettarsi a convocare la commissione competente per adeguare il Regolamento Edilizio al nuovo D.Lgs.48/2020. E...

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» pericolosa uscita su Pontebbana

L'incidente accaduto lunedì 13 a un ottantenne in bicicletta non è il primo in quel punto: l'uomo stava transitando con la bici sulla ciclabile quando un'auto, uscendo da via Granzotto, lo ha urtato di lato facendolo cadere. Per fortuna non ci son...