Sacile Partecipata e Sostenibile

Segnalazione giusta??? Ehhhh dipende da CHI la fa PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Novembre 2018 09:53

Non cambia mai nulla. I risultati si rimandano di anni. I consensi guardano prima al mittente che all'oggetto.

Anche questa volta la solita capriola dei nostri amministratori: oggi l'assessore Ceraolo, nonchè ex Sindaco, dichiara di non esser per nulla contrario al prolungamento del sottopasso ..... la sua unica poreoccupazione è che non sia inteso "come sostitutivo" di quello che dovrebbe essere il sottopasso ciclopedonale di viale Lacchin.

E quando mai è stato detto???
Non traspare da nessuna riga dell'articolo che avevo scritto nel lontano (!!!) FEBBRAIO del 2016 (quindi ormai quasi TRE anni fa).

La domanda che sorge inevitabile è: come mai allora non ha accolto subito la proposta, visto che era il nostro Sindaco?
La stessa domanda ovviamente va fatta a tutte le forze politiche sedute in Consiglio Comunale, opposizioni comprese (ad eccezione dell'On. Isidoro Gottardo): come mai non hanno cercato di capire meglio, approfondire, valutare e poi presentare una mozione in consiglio per portare la proposta ufficialmente in un dibattito pubblico?

Magari OGGI saremo ben più avanti con tale proposta, magari si potrebbe anche avere qualche procedura avviata....

La cosa dunque pare ricadere nell'ormai palese meccanismo del consenso sacilese: non importa la bontà di una proposta, importa solo da parte di CHI viene fatta.
Se la fa persona non gradita per i più svariati motivi ... beh, allora può esser la miglior proposta del mondo, ma NESSUNO la accoglie.

Ma questa è questione secondaria. Sono abituata ormai a dire le cose giuste nel momento sbagliato, cioè troppo presto, cioè quando non sono ancora problema, non sono urgenza.

La questione politica è in questo momento rilevante: l'assessore Ceraolo ha fatto una dichiarazione personale o ha parlato a nome di Sindaco e Giunta che governano Sacile???
Perchè allora pare smentire il proprio Sindaco che, come apparso chiaramente sulla stampa, aveva chiuso la questione senza se e senza ma, bollando addirittura come "rigida e univoca" la posizione dei rappresentanti del comitato di cittadini nato in queste settimane.

Boh, ma forse è questa una nuova svolta - verso il basso - della "nuova" politica. Quella di smentirsi a vicenda, come vediamo ogni giorno fare a livello nazionale. Non importa la coerenza, non importa la lungimiranza di prevenire i problemi, è più importante tenersi abilmente a galla su una tavola da surf stando sempre attenti a individuare e cavalcare l'onda giusta: quella del consenso che va e viene a sua volta a seconda dei casi.

Una cosa è certa: se ci fosse stato vero interesse TRE anni fa a quest'ora avrebbe potuto esserci un dialogo già molto avanzato con RFI, forse anche un progetto e forse forse anche un cantiere.

Intanto basterebbe una dichiarazione ufficiale del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol.
La "presa di posizione rigida e univoca" non è certo quella dei cittadini, bensì la sua. I cittadini chiedono semplicemente quello che tutte le stazioni ad est (Fontanafredda img1) e ad ovest (Orsago img2) di Sacile hanno da tempo: un accesso anche da sud.

 

 

 

 

 

 



Un buon Sindaco direbbe che avrebbe fatto DI TUTTO per dialogare con RFI e riuscire ad ottenere un risultato che - in attesa di opere ben più costose - possa permettere un accesso più rapido e sicuro ai pendolari e, al tempo stesso, un attraversamento in sicurezza ai sacilesi che magari devono andare in farmacia o venire in centro da sud.
Insomma, un Sindaco non sgrida i suoi cittadini che semplicemente si accontentano di un intervento meno costoso, più rapido e di immediata efficacia per la sicurezza dei cittadini.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Dicembre 2018 14:55
 
Articoli correlati :

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» l'ass. Ceraolo risponde, ma ... non convince

Arriva la risposta dell'ass. ai Lavori Pubblici in riferimento alla problematica della che avrebbe dovuto precedere l'inaugurazione della Funeral House a San Giovanni del Tempio, ma non soddisfa di certo.1) Come mai tutto queste spiegazioni non sono...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...