Sacile Partecipata e Sostenibile

sempre nelle retrovie, sempre fanalino di coda! PDF Stampa E-mail
Sabato 10 Marzo 2012 18:20

bimbi 30 kmh imgSempre nelle retrovie, sempre fanalino di coda, così anche nella gestione del traffico Sacile non figura tra i - pochi - Comuni italiani lungimiranti che stanno introducendo il 30km/h con la soddisfazione di tutti, automobilisti compresi!

Ma quel che è peggio è che i nostri eletti ancora una volta non sembrano essere al corrente di quali siano gli indirizzi europei.
Considerando che nell'Unione europea nel 2009 sono stati registrati più di 35.000 morti per incidenti stradali e 1.500.000 feriti, che i costi sociali connessi agli incidenti stradali sono stimati pari 130 miliardi di euro all'anno e che la sicurezza stradale è un compito dell'intera società, nell'ottobre 2011 il Parlamento Europeo ha votato pressochè all'unanimità una risoluzione che dovrebbe portare entro il 2020 a migliorare decisamente la sicurezza stradale attraverso interventi comuni in tutti i paesi della UE con l'obiettivo di dimezzare i morti per incidenti stradali.

E sapete, cari sostenitori di SPS, quale è uno dei provvedimenti?!

Si "raccomanda vivamente alle autorità competenti di introdurre una velocità massima di 30 km/h per le zone residenziali e per tutte le strade urbane a una sola corsia che non dispongono di pista ciclabile separata, al fine di proteggere meglio gli utenti vulnerabili della strada", (pensate solo ad es. che la percentuale di ragazzi e bambini che vanno a scuola a piedi è passata dall’82% al 14% negli utlimi 30 anni!).

 

Secondo l’istituto di ricerca olandese SWOV il numero di lesioni diminuisce del 25% quando un’ambiente stradale viene progettato per un limite di velocità di 30 km/h anzichè 50. Nei paesi dove da decenni ormai è stato applicato il 30km/h sull'intero territorio comunale, un indagine condotta nel 2010 ha dimostrato un enorme consenso di ben il 78% degli automobilisti.

Le decisioni che si stanno prendendo a Sacile, ad esempio con la costruzione della rotonda in un viale come V.le Zancanaro che dovrebbe invece essere trasformato in un viale principalmente di uso pedonale e ciclabile, dimostrano quanti anni luce lontani siamo dalla direzione ormai imboccata con successo da città di milioni di abitanti, come una Berlino.
Arriveremo come al solito impreparati quando questa risoluzione diventerà una Direttiva - e chiederemo la solita italianissima "proroga".
Peccato che stavolta si tratta di vite umane.
Ogni giorno perso nel non adeguarsi è una gravissima colpa.

Non possiamo quindi che concordare pienamente quando la risoluzione dice che va spiegato meglio "ai responsabili politici come dovrebbe svilupparsi l'infrastruttura stradale al fine di migliorare la sicurezza stradale e soddisfare le specifiche esigenze di una popolazione sempre più anziana e degli utenti della strada vulnerabili".

Una volta che fossimo al passo, una volta che arrivassimo agli appuntamenti già preparati, una volta che facessimo noi vedere all'Europa quali soluzioni adottare .... sigh, sob, sniff ....

(Nel frattempo SPS ricorda a tutti i cittadini interessati che possono contattarci per una conferenza gratuita sui 30km/h.)

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Marzo 2012 12:40
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...