Sacile Partecipata e Sostenibile

solerte rimozione dei dossi in via Gerolamo? PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Giugno 2015 19:55

Premesso che la sottoscritta non era “al governo” della città ma solo consigliera, che non è certo amante dei dossi e che quello situato svoltando da viale Lacchin verso la stazione FFSS era palesemente fuori norma, la risposta del nostro Sindaco, con delega ai Lavori Pubbblici, alla valutazione da parte di SPS di segnalare la cosa alla Corte dei Conti ci lascia leggermente perplessi perchè la solerzia di questa amministrazione di fronte alla circolare del Prefetto nell'affidare i lavori di demolizione di opere fatte non più di dieci anni fa, quando il Nuovo Codice della Strada (art. 42) già normava i “dossi”, non corrisponde alla inerzia nel compilare la famosa “lista degli utenti aventi diritto al rimborso depurazione” per la quale si era impegnata con il Prefetto nel lontano 2011 e che ancora nessuno ha visto.
A dei cittadini residenti in zona che ci hanno fatto la segnalazione non pareva che i dossi di via Gerolamo fossero così alti da provocare un danno alle auto (povere automobili!). Secondo noi comunque non più alti di quelli attuali in via dello Stadio (di fronte stazioncina linea Pedemontana) o in viale Zancanaro (di fronte al cancello della scuola media) o in via Cartiera Vecchia (a ridosso del ponte). I dossi di via Gerolamo, come  in via Fasan, erano leggermente elevati e fatti con materiale duraturo che non aveva bisogno di essere rinnovato con vernice. Di fatto basta vedere come è già sbiadito il dosso in via dello stadio per immaginare che tra poco si vedrà solo asfalto. La scelta dei dossi e delle corsie pedonali e ciclabili tracciate con segnaletica orizzontale sarà molto costosa in futuro, perchè sarà soggetta a continua manutenzione.  
E poi che problema c'è per un eventuale esposto di SPS (fatto) se l'amministrazione ha fatto le cose per bene?

Sicuramente è facile scivolare da interventi perfettamente entro i limiti della Legge (Nuovo Codice della Strada, art.42 e relativo Regolamento) ad usi impropri dei dossi, definiti anche rallentatori di velocità.

Certa è la stretta relazione tra l'altezza del manufatto e il limite di velocità di una tal strada:
a) per limiti di velocità pari od inferiori a 50 km/h larghezza non inferiore a 60 cm e altezza non superiore a 3 cm;
b) per limiti di velocità pari o inferiori a 40 km/h larghezza non inferiore a 90 cm e altezza non superiore a 5 cm;
c) per limiti di velocità pari o inferiori a 30 km/h larghezza non inferiore a 120 cm e altezza non superiore a 7 cm.
Potrebbe quindi essere valutato non di rimuovere i dossi ma di ridurre la velocità. Giusto?
Ma il Ministero dei Lavori Pubblici chiarisce anche che “I dossi collocati su itinerari di attraversamento dei centri abitati, lungo le strade più frequentemente percorse dai veicoli di soccorso, di polizia o di emergenza, o lungo le linee di trasporto pubblico, devono essere rimossi”.
Vi pare che via Gerolamo abbia tali requisiti???
La legge stabilisce che i dossi devono essere ben visibili anche di notte. La visibilità dovrebbe essere garantita quantomeno dall’illuminazione della strada, da catarifrangenti posti sulla stessa strada o dai colori fluorescenti dei dossi.
Essendo zona stazione l'illuminazione è certo migliore che in qualche via periferica, giusto?
Oltretutto i dossi di via Gerolamo e di via Carli erano realizzati, come detto sopra, con materiale duraturo e quindi escludendo il pericolo segnalato sempre dal Ministero, cioè che nel collocare i dossi artificiali, occorre anche tenere presenti le condizioni climatiche, per evitare, ad esempio, che in inverno il passaggio di mezzi sgombraneve porti alla loro rimozione, oppure che il loro sormonto da parte delle ruote dei veicoli in transito possa generare pericolose vibrazioni nelle zone circostanti ed eventualmente danneggiare edifici o gli stessi veicoli.
Questo è il pericolo dei dossi artificali, quelli di plastica, tanto spesso-  ahìnoi - chiesti dai cittadini, convinti che siano utili alla sicurezza stradale (SPS è contrarissssssssima).

Ad ogni modo, se volete approfondire, vi consigliamo il nostro sito preferito in fatto di informazioni "esperte" ma comprensibili a tutti:
http://www.webstrade.it/esempi/CD-ROM-04/RV/Statale16/normativa.htm

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Luglio 2015 11:08
 
Articoli correlati :

» Esposto al Prefetto sulla passerella della Denis Zanette

AL PREFETTO di PORDENONE p.c. AL SINDACO DI SACILE Sacile, 02/07/2019Oggetto: Passerella in legno come barriera architettonicaIll.mo sig. Prefetto,Con la presente intendiamo esporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Recentemente nel Comune...

» risposta del Prefetto su ritardo ambulanza

E' pervenuta in data 12/06/2018 la risposta relativo al ritardo dell'arrivo dell'ambulanza per soccorrere un anziano di 82 anni in via Garibaldi.

» Esposto su ritardo ambulanza

AL PREFETTO DI PORDENONE                                                                                                              Sacile, 29/03/18Oggetto:...

» a quando l'applicazione dell'Ordinanza su via Bellini?

Pare proprio che l'amministrazione sacilese non abbia la dovuta fretta nel premurarsi di ottemperare alle indicazioni della Prefettura.Oltre a non aver MAI pubblicato la promessa lista degli aventi diritto al rimborso depurazione (ormai inutile...),...

» ragione su via Bellini

Anche questa volta abbiamo ottenuto un risultato utile alla cittadinanza: è stata , con uscita verso viale Trieste, di via Bellini. Sicuramente dobbiamo ...Peccato però dover constatare ancora in questo caso che l'amministrazione - per impuntarsi...

» Esposto su incidenti incrocio via Bellini

Lo avevamo detto: se fosse continuata la catena di avremmo presentato esposto al Prefetto.AL PREFETTO di PORDENONEe p.c. al SINDACO di SACILESacile, 18/11/2016Oggetto: Ripetuti incidenti all'incrocio tra via Bellini e viale Trieste a SacileIll.mo...

» risposta al problema di via ponte Schiavoi

In riferimento al nostro Esposto al Prefetto di Pordenone su alcune , appare imminente intanto l'avvio di una parte di interventi.In seguito al sopralluogo effettuato insieme ai tecnici del Servizio di difesa del suolo di Pordenone è arrivata anche...

» Esposto al Prefetto per via ponte Schiavoi

Esposto al Prefetto da parte di SPS su segnalazione di un residente di Schiavoi che da due anni chiede inutilmente all'amministrazione comunale di intervenire per le sotto elencate questioni:Sacile, 04/02/2016Oggetto: Ripetute segnalazione relative...

» SPS lancia le "U.T.A"!

Visto il dubbio successo delle UTI noi proponiamo intanto qualcosa di più utile alla salute della cittadinanza: le UTA = Unioni Territoriali Ambientali.Nulla vieta infatti che i Sindaci (responsabili DELLA SALUTE e non certo delle tradizioni!) si...

» si provvederà a ripristinare l'illuminazione sulla Pontebbana

In riferimento al nostro del 18/01/14, il coordinatore d’area Lavori Pubblici ci informa che "la problematica verrà risolta entro il 28/03/14. Si specifica che il mancato funzionamento del tratto di illuminazione pubblica non dipende dalle...