Sacile Partecipata e Sostenibile

solidarietà dall'AIFVS alla richiesta di chiusura parcheggio davanti alle scuole PDF Stampa E-mail
Martedì 14 Maggio 2013 12:56

E oltre al sostegno avuto dal dott. Mario Canciani, e dalla CGIL-Scuola di Pordenone, dalla Presidente nazionale di Città Sane, Simona Arletti, e dal Deputato europeo, Andrea Zanoni, siamo onorati di pubblicare la lettera che ci è pervenuta da parte dell'Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada che esprime il suo sostegno alla richiesta di chiudere il parcheggio davanti alla Vittorino da Feltre.

Oggetto: messa in sicurezza zona adiacente alla Scuola Elementare Vittorino Da Feltre, - Via Ettoreo - Sacile

L’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada onlus, iscritta al registro nazionale delle associazioni di promozione sociale con sede legale in viale Africa 112, 00144 ROMA, è presente nella Consulta Nazionale per il piano della sicurezza stradale, persegue finalità di solidarietà sociale e, compito preciso dell’AIFVS, è anche individuare i punti di pericolo sulle strade e segnalarne la pericolosità agli enti gestori per un pronto intervento a tutela della vita; in caso di permanenza di mancato intervento, è obbligo segnalare alla Procura della Repubblica con richiesta di procedere in caso di sinistro nei confronti dei responsabili omissivi, chiedendo contestualmente, previo esposto, espressa punizione del reo o rei, con riserva di costituzione di parte civile.
A questa Associazione è giunta notizia e richiesta d’intervento da parte di genitori firmatari che hanno segnalato all’Amministrazione comunale con

lettera datata 21 Gennaio e successiva lettera del 06 Maggio u.s. la situazione di pericolo in cui si trovano decine di bambini che attendono ogni mattina l'apertura del cancello della scuola elementare Vittorino da Feltre evidenziando il duplice aspetto della pericolosità, in primis la promiscuità di pedoni (grandi e piccoli) e autoveicoli, poi il problema inquinamento.
Condividendo le giuste preoccupazioni dei primi firmatari, si rimane sconcertati e amareggiati che di fronte alla sicurezza e alla salute dei bambini, prevalgano logiche di comodo e ancora più allibiti, perché ciò è messo proprio in atto da genitori che con la raccolta delle firme hanno di fatto bloccato il provvedimento concordato per la chiusura temporanea dell’accesso al parcheggio antistante la scuola, nei 20 minuti antecedenti l’orario di apertura della stessa.
Sostenendo fermamente che le decisioni di un’amministrazione comunale, nella rappresentanza del Sig. Sindaco, assuntore e responsabile della salute pubblica dei suoi cittadini non debba sottostare a simili richieste, ma privilegiare e tutelare la fascia più debole dell’utenza (bimbi e pedoni), nella consapevolezza che la vita umana vale senz’altro più di interessi di parte, si chiede di rivalutare il provvedimento concordato, sollecitando altresì fino a decisione risolutiva, la presenza durante le ore di entrata e uscita dei bambini, di un agente di Polizia Locale a salvaguardia di comportamenti scorretti che compromettano la sicurezza dei bambini stessi. Non vogliamo che episodi come quello descritto e avvenuto a Revine Lago (TV) si ripetano.

Certi nella comprensione del problema, si rimane in fiduciosa attesa di riscontro con preghiera di relazionare questa Associazione.
Cordiali saluti.
Resp. e coord. regionale AIFVS, Pierina Guerra
Resp. Provinciale AIFVS di Venezia, Battistini Paolo

Scarica la lettera originale in pdf >>>

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Giugno 2013 19:36
 
Articoli correlati :

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...

» I conti dell'ex ass. Cazorzi son giusti, ma il risultato...NO

A dimostrazione di quanto detto nel titolo inizio proprio dalla giornata della pubblicazione di questo articolo su , cioè la linea Sacile Gemona, attualmente Sacile - Maniago (34km). Oggi, , è infatti un gran giorno per tutta la popolazione che...

» Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.Non posso che concordare sulla ennesima...

» Dove metto la VETRORESINA???

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.Perchè?Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti...

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...