Sacile Partecipata e Sostenibile

Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata PDF Stampa E-mail
Sabato 09 Maggio 2020 17:03

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al prolungamento del sottopassaggio della stazione.
Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza! Un “dettaglio” che, pur non permettondosi di sostituirsi ad alcun Guru dei calcoli e della progettazione, qualsiasi cittadino con un metro in mano è indubbiamente capace di rilevare.
Riporto ora di seguito la parte della risposta non ancora pubblicata nelle due precedenti puntate (alla fine di questo articolo verrà comunque pubblicato come sempre il testo intero in pdf). Questa parte della risposta riguarda nello specifico la questione finanziaria:
“Le ragioni per le quasi RFI (proprietaria del manufatto) ha motivato I'inopportunità di prolungare il sottopasso ferroviario esistente, attengono alla necessità di rispettare le norme tecniche attuali (altezza minima libera, franco tra i binari e la parte superiore della soletta strutturale,...).  In buona sostanza non sarebbe possibile andare "in deroga" come invece awiene per altri sottopassi esistenti, che non sono oggetto di interventi.
Inoltre tale operazione comporterebbe la contestuale messa a norma dell'intero sottopasso (in quanto non sarebbe più ammessa la deroga...)”
Vi traduco il politichese: Ragazzi, siccome l'intero sottopasso esistente è totalmente fuori norma, non si può andar ad aggiungervi altro di totalmente illecito a priori, bisognerebbe eseguire un intervento complessivo e i soldi per l'intero lavoro di adeguamento come previsto da normativa –  totalmente disattesa – per ora a Sacile non ci sono.

Assolutamente vero.
Vero anche che non si può rattoppare un'opera vetusta.
Ragion per cui anche il famoso “ascensore” e le altre migliorie promesse entro il 2017 erano promesse al vento.
Non si fa nulla se non si rifà TUTTO.
Chiaro il concetto?

Certo è che il responso sul sottopasso esistente fuori norma è matematico. Prendendo in esamo SOLO le misure (senza parlare degli altri standard normativi) ecco cosa emerge: L'attuale normativa in fatto di sottopassi per stazioni cosiddette piccole prevede che l'altezza NON sia INFERIORE a 2,50 m e che la larghezza del sottopasso NON sia INFERIORE a 3,00 m.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il sottopassaggio della stazione di Sacile (non certo stazione “piccola”) ha una ALTEZZA di 2,00m e una LARGHEZZA di – udite udite – 1,90m!!!
Credo sia lecito affermare che sia proprio la mancanza di adeguata larghezza la condizione più grave nel momento di affollamento!
Infine, la frase sopra virgoletta finisce in una ben nota tipologia di vaga promessa trasmessa evidentemente al Sindaco da RFI che recita  “...la cui calendarizzazione dei lavori da parte di RFI in un contesto nazionale) è prevista a medio-lungo periodo in quanto i piani di adeguamento delle stazioni rispettano "la dimensione" delle stesse.”
(Ho usato il verbo “recita” nel senso più usuale, perchè abbiamo già le prove di promesse non veritiere, v. img nella 2a puntata.)

Non so voi, cari lettori, ma io il richiamo al “piano” di interventi che prevede evidentemente una priorità determinata dalle “dimensioni” delle stazioni, lo trovo un pochettino preoccupante: Veniamo subito dopo Pordenone? Veniamo molto prima di Fontanafredda o di Orsago?Siamo "Gold" o siamo "Silver"' O forse vuol dire che noi a Sacile siamo sfortunati per ritrovarci con una stazione né grande né piccola e quindi restiamo al palo???

CONCLUSIONI di questa gran brutta vicenda:
1) non è vero che realizzare nel 2020 una uscita su via Topaligo sia impresa impossibile;
2) sia chiaro che i due sottopassaggi non hanno nulla in comune, perchè con la realizzazione di quello in viale Lachin non si risolverebbe per magia anche la condizione totalmente fuori norma di quello della stazione;
3) il vero motivo per cui la vicenda si chiude al 99,9% è la mancanza di finanziamento per la messa a norma dell'intero sottopassaggio di Sacile.
PUNTO???

NO, ci teniamo buono quello 0,1% - he he he ... Occhiolino

Allegato: risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al prolungamento del sottopassaggio della stazione >>>

Ultimo aggiornamento Domenica 10 Maggio 2020 08:44
 
Articoli correlati :

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, seconda puntata

Per la seconda puntata () riporto la fine della risposta del Sindaco di Sacile, perchè non ci vogliono lunghe considerazioni, rispetto a quanto verrà esposto invece nella terza puntata.Nell'ultimo capoverso si legge che "in ragione del fatto che...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, prima puntata

Come promesso, ecco la pubblicazione della risposta scritta da parte del Sindaco di Sacile, Carlo Spagnol, alla . Preciso subito che la risposta del Sindaco è arrivata pochi giorni dopo, ma prima la ricerca di una gentile mano esperta in disegno e...

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...

» I conti dell'ex ass. Cazorzi son giusti, ma il risultato...NO

A dimostrazione di quanto detto nel titolo inizio proprio dalla giornata della pubblicazione di questo articolo su , cioè la linea Sacile Gemona, attualmente Sacile - Maniago (34km). Oggi, , è infatti un gran giorno per tutta la popolazione che...