Sacile Partecipata e Sostenibile

sparito il forum delle polizie locali dall'agenda di sacile PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Ottobre 2011 17:44

img01La decisione dell’Amministrazione di non reintegrare il Capitano Cancian in attesa del decorso dell’iter legale ha fatto saltare anche quello che avrebbe dovuto essere il terzo appuntamento del Forum delle Polizie Locali del nord-est, che ormai pareva aver scelto come importante cornice la nostra città, proprio grazie all’impegno in primis di Cancian.
Nessuno è stato in grado di organizzarlo?
O forse è stato evitato volutamente?

Come potrebbe il Ministro Maroni spiegare oggi, a pochi giorni dal taglio di 60 milioni di Euro alle forze dell’Ordine e dalle loro motivate manifestazioni, come attuare efficacemente una politica per la sicurezza? Eppure il Ministro se ne era andato dal Forum del 15 ottobre 2009 battendo la mano sulla tasca, dove aveva appena infilato le tre lettere consegnategli dai tre Sindacati di Siulp, Siap e Ugl, come per assicurare l’impegno a tenerne conto. Come potrebbe allora oggi spiegare di non essere nemmeno riuscito ad aumentare gli organici ricorrendo, almeno inizialmente, anche ad una “ridistribuzione interna”? E’ stata fatta la famosa “verifica” dei possibili spostamenti di organici da Gorizia e Trieste dopo la caduta dei confini?

E alla nostra città come spiegherebbe il Ministro Maroni, che nello stesso giorno aveva affermato che per lui “la parola impossibile non esiste”, il fatto che ancora non si vede all’orizzonte alcuna Caserma dei Vigili del Fuoco (a loro volta colpiti ora dal taglio dei 60 milioni)? “L’impegno è di aprire tra poco il distaccamento” aveva annunciato il 15/10/2009.
Subito dopo la stampa titolava “Pompieri, la sede diventa realtà” – beh, a un Ministro, anche se di colore politico diverso, si deve pur poter credere no?
Inoltre il nostro Sindaco aveva definito la questione come un “ultimo tassello” e “finalmente un’ipotesi concreta” e l’Assessore Bottecchia si era dichiarato oltremodo “ottimista” per il fatto che “per la prima volta arriva a Sacile una promessa di questo tipo. L’impegno di Maroni è un passaggio storico.” E gli amministratori sacilesi concludono sottolinenando che si prosegue “in continuità dell’Amministrazione Fasan e Cappuzzo” e che ora tutto è pronto “per partire”, ne è prova la deliberazione della Regione del 22 dicembre 2007 che si impegnava “a garantire l’urgente finanziamento di quasi 2 milioni di Euro per il distaccamento di Sacile.

Il 15 ottobre 2010 si svolge il secondo Forum, in seguito al quale la stampa riferisce con dovizia di particolari sul menù della cena del gruppo leghista con il Ministro, ma nulla sulla caserma dei Vigili del Fuoco.

Sarà che anche gli Assessori leghisti iniziano a preoccuparsi, tant’è che nel febbraio 2011 fanno un blitz a Roma – che stizzisce ovviamente il Sindaco – e tornano annunciando che anche “l’ultimo tassello” era stato messo a posto e che l’appuntamento con il prefetto Francesco Paolo Tronca, capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, sanciva l’istituzione ufficiale del distaccamento per Sacile e rendeva “concreta” la parola del Ministro. In particolare l’Assessore Gava loda “la velocità con cui il Dipartimento si è messo in moto dopo l’input del Ministro Maroni”.

Dopo oltre due anni vien da chiedersi se il Ministro Maroni non abbia per caso adottato un calcolo del tempo diverso dal nostro, magari celtico; se per caso non si sia sbagliato con Superman, per il quale nulla è impossibile; se la continuità con le Amministrazioni Fasan e Cappuzzo non significhi il nulla di fatto allo scadere dei rispettivi 5 anni; se si intenda magari rivolgersi a qualcuno più in alto del Ministro che sappia moltiplicarci gratis i Vigili del Fuoco come i pani e i pesci, dal momento che già la caserma di img02Pordenone è in sofferenza; se l’urgente finanziamento regionale ha saputo poi stare in paziente attesa e sia ancora lì; quanti siano gli ultimi tasselli; se la parola di un Ministro dai superpoteri si concretizzi con la velocità di ben due anni; e infine, se a Sacile arriveranno altre promesse di questo tipo e di tale portata storica.

Dai, forse è stato davvero meglio che Sacile quest’anno sia rimasta senza Forum sulla sicurezza……… Spiace solo per la “festosa militanza leghista” che nel frattempo deve aver ben visto scadere la sicurezza nella nostra città e come minimo dovrebbe chiedere ai loro consiglieri di presentare una bella interrogazione.
Ah no, scusate, ci eravamo dimenticati: hanno ricevuto il mese scorso l’ordine di non parlare!

I piccoli cittadini di Sacile sperano che la caserma dei Vigili del Fuoco sia pronta per quando saranno grandi…..

PS: SPS è veggente? Forse sì, visto che due giorni dopo questo articolo si è verificato l'ennesimo furto in un noto negozio di Viale Zancanaro; e non solo! Cinque giorni dopo la stampa locale pubblica la denuncia delle gravi carenze strutturali della Caserma dei Vigili del Fuoco di Pordenone: ad ogni pioggia i locali vengono invasi dall'acqua (non per spegnere incendi) ed è addirittura in forse l'entrata in funzione della nuova sala operativa!

Ahi ahi ahi, non ci siamo proprio ........ 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Ottobre 2011 18:02
 
Articoli correlati :

» Dove metto la VETRORESINA???

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.Perchè?Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti...

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» A scuola con pericolo

Tra TRE settimane tutto il personale scolastico del Marchesini e del Pujati, sede Linguistico, sarà in piena attività e tra CINQUE settimane gli studenti si affolleranno di nuovo nelle rispettive due sedi. Ma p, al rifacimento degli...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Campa cavallo che l'erba cresce...

Si apprende dalla stampa locale che si è riacceso l'interesse per le sorti dell'ex Distretto Millitare, che si trova pressochè unanime consenso sul fatto di destinare gran parte ad usi abitativi alternativi e che ci sono professionisti sacilesi...

» Quale visione del sottopasso di viale Lacchin?

Visto che ad un tratto per avere il sottopasso al posto dell'attraversamento della ferrovia in viale Lacchin, rinnovo la richiesta che ci venga comunicato - vista anche già la cifra preventivata - quale sarà la scelta delle dimensioni del...

» La bocciatura del sottopasso - niente di nuovo a sud

E così apprendiamo poco prima di Natale che il "sopralluogo" (spiegherò dopo perchè virgolettato) da parte di RFI ha dato come responso che si realizzerà SOLO il sottopassaggio ciclopedonale di Viale Lacchin.Niente di nuovo a sud, si potrebbe...