Sacile Partecipata e Sostenibile

sparito il forum delle polizie locali dall'agenda di sacile PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Ottobre 2011 17:44

img01La decisione dell’Amministrazione di non reintegrare il Capitano Cancian in attesa del decorso dell’iter legale ha fatto saltare anche quello che avrebbe dovuto essere il terzo appuntamento del Forum delle Polizie Locali del nord-est, che ormai pareva aver scelto come importante cornice la nostra città, proprio grazie all’impegno in primis di Cancian.
Nessuno è stato in grado di organizzarlo?
O forse è stato evitato volutamente?

Come potrebbe il Ministro Maroni spiegare oggi, a pochi giorni dal taglio di 60 milioni di Euro alle forze dell’Ordine e dalle loro motivate manifestazioni, come attuare efficacemente una politica per la sicurezza? Eppure il Ministro se ne era andato dal Forum del 15 ottobre 2009 battendo la mano sulla tasca, dove aveva appena infilato le tre lettere consegnategli dai tre Sindacati di Siulp, Siap e Ugl, come per assicurare l’impegno a tenerne conto. Come potrebbe allora oggi spiegare di non essere nemmeno riuscito ad aumentare gli organici ricorrendo, almeno inizialmente, anche ad una “ridistribuzione interna”? E’ stata fatta la famosa “verifica” dei possibili spostamenti di organici da Gorizia e Trieste dopo la caduta dei confini?

E alla nostra città come spiegherebbe il Ministro Maroni, che nello stesso giorno aveva affermato che per lui “la parola impossibile non esiste”, il fatto che ancora non si vede all’orizzonte alcuna Caserma dei Vigili del Fuoco (a loro volta colpiti ora dal taglio dei 60 milioni)? “L’impegno è di aprire tra poco il distaccamento” aveva annunciato il 15/10/2009.
Subito dopo la stampa titolava “Pompieri, la sede diventa realtà” – beh, a un Ministro, anche se di colore politico diverso, si deve pur poter credere no?
Inoltre il nostro Sindaco aveva definito la questione come un “ultimo tassello” e “finalmente un’ipotesi concreta” e l’Assessore Bottecchia si era dichiarato oltremodo “ottimista” per il fatto che “per la prima volta arriva a Sacile una promessa di questo tipo. L’impegno di Maroni è un passaggio storico.” E gli amministratori sacilesi concludono sottolinenando che si prosegue “in continuità dell’Amministrazione Fasan e Cappuzzo” e che ora tutto è pronto “per partire”, ne è prova la deliberazione della Regione del 22 dicembre 2007 che si impegnava “a garantire l’urgente finanziamento di quasi 2 milioni di Euro per il distaccamento di Sacile.

Il 15 ottobre 2010 si svolge il secondo Forum, in seguito al quale la stampa riferisce con dovizia di particolari sul menù della cena del gruppo leghista con il Ministro, ma nulla sulla caserma dei Vigili del Fuoco.

Sarà che anche gli Assessori leghisti iniziano a preoccuparsi, tant’è che nel febbraio 2011 fanno un blitz a Roma – che stizzisce ovviamente il Sindaco – e tornano annunciando che anche “l’ultimo tassello” era stato messo a posto e che l’appuntamento con il prefetto Francesco Paolo Tronca, capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, sanciva l’istituzione ufficiale del distaccamento per Sacile e rendeva “concreta” la parola del Ministro. In particolare l’Assessore Gava loda “la velocità con cui il Dipartimento si è messo in moto dopo l’input del Ministro Maroni”.

Dopo oltre due anni vien da chiedersi se il Ministro Maroni non abbia per caso adottato un calcolo del tempo diverso dal nostro, magari celtico; se per caso non si sia sbagliato con Superman, per il quale nulla è impossibile; se la continuità con le Amministrazioni Fasan e Cappuzzo non significhi il nulla di fatto allo scadere dei rispettivi 5 anni; se si intenda magari rivolgersi a qualcuno più in alto del Ministro che sappia moltiplicarci gratis i Vigili del Fuoco come i pani e i pesci, dal momento che già la caserma di img02Pordenone è in sofferenza; se l’urgente finanziamento regionale ha saputo poi stare in paziente attesa e sia ancora lì; quanti siano gli ultimi tasselli; se la parola di un Ministro dai superpoteri si concretizzi con la velocità di ben due anni; e infine, se a Sacile arriveranno altre promesse di questo tipo e di tale portata storica.

Dai, forse è stato davvero meglio che Sacile quest’anno sia rimasta senza Forum sulla sicurezza……… Spiace solo per la “festosa militanza leghista” che nel frattempo deve aver ben visto scadere la sicurezza nella nostra città e come minimo dovrebbe chiedere ai loro consiglieri di presentare una bella interrogazione.
Ah no, scusate, ci eravamo dimenticati: hanno ricevuto il mese scorso l’ordine di non parlare!

I piccoli cittadini di Sacile sperano che la caserma dei Vigili del Fuoco sia pronta per quando saranno grandi…..

PS: SPS è veggente? Forse sì, visto che due giorni dopo questo articolo si è verificato l'ennesimo furto in un noto negozio di Viale Zancanaro; e non solo! Cinque giorni dopo la stampa locale pubblica la denuncia delle gravi carenze strutturali della Caserma dei Vigili del Fuoco di Pordenone: ad ogni pioggia i locali vengono invasi dall'acqua (non per spegnere incendi) ed è addirittura in forse l'entrata in funzione della nuova sala operativa!

Ahi ahi ahi, non ci siamo proprio ........ 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Ottobre 2011 18:02
 
Articoli correlati :

» Per la TARI si sceglie il peggiore...

Si pubblica di seguito questo contributo del geom.Gaggiotti sulla questione della TARI:Il Consiglio Comunale di Sacile sceglie i peggiori.Sfuggita un po’ in sordina l’affidamento all’Agenzia delle Entrate di Pordenone la riscossione della...

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Esternalizzazione dei PPI di Sacile e Maniago

Se fosse cosa certa l'annuncio che il PPI di Sacile verrà esternalizzato a tempo indeterminato ci pare davvero gravissimo.Poco ci interessa e di certo non ci stupiamo che siano già parole al vento quelle dell'assessore alla Salute, Riccardi, che...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Prima puntata

Ancora una volta sulle sorti delle scuole di Sacile si sceglie il minimo ribasso per sanare una situazione ormai da definire come emergenza. Parlare di urgenza oggi infatti è troppo blando, perchè le vicissitudini dell'ISIS Pujati so protraggono...

» Bollettino annuale e democrazia

E' arrivato nelle case dei sacilesi il bollettino dell'amministrazione. Ribadisco quanto sempre detto: segno di democrazia sarebbe lasciare alle fine due pagine di spazio alle minoranze. Non solo per principio democratico, ma perché l'impegno ...

» Le NON risposte alle preoccupazioni sui cantieri

Spiace molto, ma le spiegazioni apparentemente dettagliate dell'ass. Ceraolo apparse il giorno dopo sulla stampa locale in verità danno ben poche risposte a quanto , a parte apprendere che le asfaltature non sono ancora definitive. Quindi speriam...

» Sul Liceo Musicale è calato il silenzio

E così pare calato il silenzio intorno alla futura collocazione del Liceo Musicale. Peccato, perchè visto che il mancato numero di iscrizioni ha fatto slittare di un anno l'avvio del nuovo corso, sarebbe stato bello leggere che l'amministrazione...

» Incidenti 2020

Ecco il tradizionale (purtroppo) report di SPS sul numero di incidenti stradali verificatisi nell'arco del 2020 nel territorio comunale di Sacile.Dopo aver finalmente e quelli forniti dale Forse dell'Ordine e dalla PM di Sacile, specifico anche...

» Un 6 gennaio da respirare a pieni polmoni!

Eh già, se il SEI gennaio 2021 una commissione di esperti fosse passata per valutare di fare a Sacile un polo di riabilitazione pneumologica, un centro di cura aerobica, insomma quello che un tempo si trovava in quegli eleganti "sanatori" immersi...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...