Sacile Partecipata e Sostenibile

SPS ha aderito alla campagna nazionale "Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori". PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Settembre 2011 10:50

img paesaggioLa campagna nazionale “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori”, nasce su impulso dell’associazione Slow Food e del Movimento "Stop al Consumo di Territorio". Hanno già aderito  Legambiente, LIPU, Pro Natura, Eddyburg, Movimento Decrescita Felice, Altreconomia, Associazione Comuni Virtuosi, Rete del Nuovo Municipio, Borghi Autentici d’Italia, Associazione Europea di Psicanalisi, Medici per l'Ambiente, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, organizzazioni agricole, gruppi e comitati locali e migliaia di adesioni individuali.

Il nascente Forum nazionale intende lavorare per rendere obbligatorio, per ogni Comune, un censimento delle aree edificate vuote o non utilizzate, che in alcuni casi arriverebbero a coprire il 30-40% delle aree urbanizzate.

''C'e' una filiera grigia che rischia di mangiare tutto il paesaggio, ogni anno ne spariscono in Italia 100 mila ettari'', hanno detto i promotori del Forum che a fine ottobre avviera' una raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare.

Il pericolo, piu' che mai in tempi di ripetuti tagli agli enti locali, sono gli oneri di urbanizzazione che consentono ai Comuni di racimolare risorse per le loro casse esangui. ''E' una droga pericolosa - e' la metafora usata da Alessandro Mortarino, coordinatore nazionale del movimento "Stop al Consumo di Territorio" - ogni terreno lasciato al cemento e' come un buco di un tossicodipendente che dice "Ancora una volta e poi non lo faccio piu", ma comportandosi cosi' rischia il buco letale''.

img territorioUn caso virtuoso e' l'ultima legge sul piano territoriale regionale varata dal Piemonte. ''Introduce il principio - spiega Mortarino - che non si facciano nuove costruzioni dove ci sono le condizioni per recuperare quelle esistenti e non utilizzate. Un salto di qualita' gigantesco, anche se bisogna passare dalla teoria alla pratica''.

Il suolo fertile e l’integrità del paesaggio sono la principale garanzia per il futuro del nostro Paese, del turismo, della nostra agricoltura e dei nostri prodotti tradizionali, della salubrità dei luoghi in cui abitiamo e della biodiversità naturale ivi presente. La storia ci insegna che essi sono la base concreta di ogni cultura locale, ciò che unisce gli italiani nella diversità e ci rende un popolo unico. Paesaggio e territorio fertile sono la risorsa economica di cui siamo più ricchi, è assurdo sprecarla così.

Ma l’attività speculativa in questo campo sembra non conoscere crisi di sorta. Attraverso il Forum i promotori intendono mettere in campo azioni concrete per contrastare questa deriva che sta privandoci per sempre di beni comuni fondamentali: i nostri territori e la loro bellezza. La loro salvezza è legata indissolubilmente alla nostra qualità della vita, ciò che ci ha reso orgogliosi e famosi in tutto il mondo.

Luogo prescelto per l’avvio della campagna di sabato 29 ottobre? Ovviamente Cassinetta di Lugagnano (Milano), primo Comune italiano a "crescita zero urbanistica" guidato dal mitico Sindaco Domenico Finiguerra.

Intanto leggete l’appello e aderite in tanti compilando il form in www.salviamoilpaesaggio.it

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Settembre 2011 08:57
 
Articoli correlati :

» Il risveglio tardivo della Lega pordenonese

Un pò nella tradizione della facilità con cui si possono, il 23 gennaio leggiamo sulla stampa che Sindaci e amministratori della Lega del Friuli occidentale hanno incontrato il Presidente della regione, Fedriga, per “sancire il filo diretto tra...

» Quale nuova soluzione per l'ISIS Pujati?! Seconda puntata

Strano che il Sindaco confonda con "scenari apocalittici" la mia dettagliata cronistoria di alcune decadi di disagi logistici dall'Istituto Magistrale all'odierno Pujati. Non c'è una sola visione che hanno portato alla frammentazione delle sedi di...

» Pervenuti i dati sul consumo di territorio a Sacile!

Dal 27 febbraio di quest'anno è in atto un'iniziativa singolare nel nostro paese: il Forum Nazionale "Salviamo il Paesaggio, difendiamo i Territori" ha inviato una richiesta a tutti gli 8101 comuni italiani per la compilazione e restituzione di una...

» Richiesta dati Comune Sacile Campagna Salviamo il Paesaggio

Dal 27 febbraio di quest'anno è in atto un'iniziativa singolare nel nostro paese: il Forum nazionale "Salviamo il paesaggio, difendiamo i Territori" ha inviato una richiesta a tutti gli 8101 comuni italiani per sollecitare, entro 6 mesi, la...

» Ddl Salva terreni agricoli

Il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania ha portato a termine un provvedimento importantissimo: si tratta del disegno di legge in materia di valorizzazione delle aree agricole e di CONTENIMENTO DEL CONSUMO DEL...

» Calcoliamo quanto consumano gli standby di casa nostra ...

Gli standby, ovvero tutti i dispositivi allacciati alla linea elettrica e solo apparentemente spenti, sono tanti. Anche se singolarmente consumano poco, la somma dei vari contributi può portare a consumi considerevoli nelle 24 ore: fino al 30% di...

» Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio: verbali dei gruppi di lavoro e del coordinamento nazionale

VERBALI DEI GRUPPI DI LAVOROCome sapete "Salviamo il Paesaggio" (Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio) è nato "ufficialmente" un paio di settimane fa con l'assemblea di Cassinetta di Lugagnano e ha ormai raggiunto l'adesione di...

» Mineraria Sacilese: presidio di SpS e ambientalisti venerdì 7 ottobre dalle 12.00 alle19.00!!!

“Sacile Partecipata e Sostenibile” informa la cittadinanza che venerdì 7 ottobre, dalle ore 12.00 alle ore 19.00, è indetto in Via Cartiera Vecchia un presidio composto da esponenti della suddetta lista civica e di associazioni ambientaliste,...

» L'esempio di 16 coraggiose famiglie in difesa del territorio

16 coraggiose famiglie hanno saputo difendere il loro prezioso territorio senza farsi allettare da false promesse.Si tratta delle 16 famiglie residenti a San Antonio-Oltreacqua, piccola frazione di Tarvisio (UD), una comunità dedita prevalentemente...

» Nuova strada Sacile-Caneva: un progetto assurdo, vediamo il perchè ...

Martedì 14 giugno 2011 abbiamo avuto il piacere di ospitare a Sacile per qualche ora la dott.ssa Nadia Breda, antropologa dell'ambiente, professoressa all' Università di Firenze, ed autrice del libro BIBO-Dalla palude ai cementi- storia dei danni...