Sacile Partecipata e Sostenibile

Spunti per ... chi vuol sentire PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2017 11:06

Continuiamo a proporvi spunti in tema di alloggi per la terza età. Spunti che - ormai sappiamo - vengono tanto apprezzati dai nostri lettori quanto ignorati dai nostri amministratori. Ma sono i primi ad interessarci, la nostra speranza è sempre qualle di avere cittadini-elettori che badano ai fatti e perciò esigono informazione basata su esempi concreti.

Eccolo qui dunque l'ennesimo esempio concreto, o magari "spunto", in tema di politiche abitative per anziani, anzi, come si definiscono ormai all'estero, cittadini "senior".

E' primavera. Ci accolgono - e come poteva essere altrimenti - i nanetti.
Sì, perchè siamo a Köflach, piccolo Comune che non arriva a 10.000 abitanti situato nella verde Stiria. Per inciso, in questo paesino c'è già da tempo un complesso residenziale per anziani autosufficienti, ma questo che vi presentiamo è nuovo di zecca.
21 camere singole, 18 doppie, tutte certificate senza barriere, tutte con anticamera che dà accesso al bagno e all'ampia camera - soggiorno, radio, TV, telefono, possibilità (data l'ampiezza delle camere) di portarsi anche qualche oggetto di arredamento da casa (visto il legame affettivo con qualche mobile, o quadro, o foto, o souvenir, ecc.).

Appena entriamo ci accoglie un ambiente colorato (che vedete) a profumato (che non possiamo purtroppo qui trasmettervi). Profumato perchè si usa l'aromaterapia che si adatta a seconda delle stagioni e delle sensazioni olfattive che si intende stimolare negli ospiti. Una cosa piacevolissima!
Ci spiegano che, oltre che per la profumazione degli ambienti, usano l'aromaterapia per stimolare la respirazione e il rilassamento, per trattamenti cutanei e massaggi dolci, per pediluvi e bagni, per trattare piaghe da decubito e fare in genere profilassi.
Ovviamente ci sono gli spazi per la ginnastica, per il bricolage, per il canto, ecc. Gli anziani inoltre sono coinvolti nella preparazione dei pasti, nell'allestimento dei momenti di festa e in varie altre mansioni, secondo le loro possibilità. In questo modo si sentono ancora attivi e anche utili agli altri.

 

 

 

 

 

 

 



 

Si tratta di un grande e moderno edificio costruito al posto di una piccola area industriale dismessa e suddiviso in due terzi casa di riposo e in un terzo con alloggi per anziani autosufficienti.

 

 

 

 

 

 

 

 



Ecco il complesso come si presenta: alla vista di tutti e luminoso, senza recinzioni, in pieno centro, anzi: ADIACENTE alle fermate delle corriere di linea e DI FRONTE alla stazione ferroviaria.
Niente orari rigidi: tutti vanno a vengono quando pare e piace.
Ecco come si mette in condizione gli anziani di muoversi con facilità! Altro che relegati in fondo al parco del nostro ex Ospedale dove si trova il padiglione San Camillo....

Ma non basta.
Pochi metri più in là, esattamente nella stradina adiacente, notiamo un grande poster sulla recinzione di un edificio di chiaro stile primi anni del '900 con il suo bel giardino attorno.
E cosa annuncia questa pubblicità?!

 

 

 

 



Annuncia che l'edificio verrà recuperato per .... ALLOGGI PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI!

Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Agosto 2017 13:29
 
Articoli correlati :

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...

» Una QUINTA sede per il Pujati?

In caso la nostra città riesca a resistere a San Vito e preservare la sede per il Liceo Musicale le aule verrebbero attrezzate in una parte dell'edificio della Vittorino da Feltre in via Ettoreo, dice il Sindaco. La proposta potrebbe passare in...

» cantiere bloccato: Esposto al Prefetto

Gioie e dolori (più spesso i secondi) del "project financing" e dei "raggruppamenti temporanei".Lo stato di abbandono e di degrado in cui versa da agosto il cantiere destinato alla costruzione della prima della serie di centraline idroelettriche su...

» Ci risiamo: l'amministrazione distratta sulle nuove norme

Ci risiamo. Dopo aver per anni negato in tutti i modi il dovuto rimborso per la depurazione, ora l'amministrazione sacilese DEVE affrettarsi a convocare la commissione competente per adeguare il Regolamento Edilizio al nuovo D.Lgs.48/2020. E...

» Quando la fiducia è mal riposta

Visto quanto successo al Punto di Primo Intervento di Maniago, chiuso in un baleno senza preavviso al Sindaco per reperire personale medico Covid e ad oggi non ancora riaperto, e visto che le sorti degli ex Ospedali di Maniago e di Sacile sono...

» caso dott. Vendramin: certezze e interrogativi

Nel caso del giovane dott. Nicola Vendramin, "reo" di aver espresso la sua opinione rispetto ad una eventuale sostituzione del reparto RSA di Sacile con un reparto Covid, le certezze sono quelle del Direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimeni,...

» Totale incidenti 2019 ... e non solo: svelato mistero

Sono stati in totale 99 gli incidenti rilevati nell'arco del 2019 nel nostro territorio comunale da Polizia Municipale, Radiomobile CC di Sacile e Polstrada di PN. con un totale di 69 feriti e un decesso.Sottolineo ancora una volta che mettere...

» L'amministrazione sacilese spalanca le porte dell'ex Ospedale

L'amministrazione Spagnol e l'opposizione leghista spalancano le porte del nostro ex Ospedale....al privato:Il tono trionfalistico della notizia che maggioranza e opposizione hanno trovato una idilliaca unanimità con la votazione della mozione per...

» Sottopasso e Covid19: esposto al Prefetto

Bene, anzi male, come concluso con sulla presunta impossibilità di intervenire sul sottopassaggio di Sacile, mi riservavo di tener aperto uno 0,1% di possibilità...e questa è stata purtroppo data dalla situazione che stiamo vivendo in tempi di...

» Sottopasso stazione: chiarezza SCRITTA, terza puntata

Eccoci finalmente alla terza puntata della risposta scritta del Sindaco di Sacile relativa al della stazione.Anche in questo caso il Coronavirus aveva bloccato la verifica di un  - chiamiamolo – dettaglio, che invece è di primaria importanza!...