Sacile Partecipata e Sostenibile

studio sull'inquinamento all'interno delle scuole PDF Stampa E-mail
Sabato 22 Marzo 2014 19:36

E' stato presentato a metà marzo 2014 a Tavagnacco il risultato dello studio di due anni di ricerca condotta dai dott. Marilena Mazzariol, Manuela Mazzariol, Alen Carli e Mario Canciani, Primario del Servizio di Allergo-Pneumologia Clinica Pediatrica, Università di Udine, sulla “Esposizione ad inquinanti indoor nelle scuole di Udine e hinterland”.

Lo studio, iniziato nel febbraio 2012, ha permesso di ottenere dati sulla presenza di allergeni e inquinanti dell’aria all’interno ed all’esterno delle scuole italiane (9 città campione, Udine l'unica del nordest) e di valutare l’impatto degli allergeni nell’ambiente scolastico sui bambini.
Sono state prese in considerazione 4 scuole elementari e 4 scuole medie di Udine (centro e periferia), con un campione di tre classi ciascuna, per un totale di 288 bambini.
Oltre alla relazione tra inquinamento interno e allergie, tra le finalità anche quella di richiamare l’attenzione sull’importanza di una buona qualità dell’aria e fornire a organizzazioni nazionali, enti locali ed organizzazioni scolastiche strumenti pratici per valutare, migliorare e mantenere una buona qualità dell’aria nelle scuole.

E' stata rilevata e misurata nelle aule la presenza di molteplici inquinanti, come Anidride Carbonica, Polveri sottili, Composti organici volatili, Biossido di Azoto, muffe e umidità. Derivano dal traffico esterno, dagli impianti di riscaldamento, da strumenti di lavoro (stampanti e fotocopiatrici), materiali da costruzione, arredi, mobili, rivestimenti, materiali di pulizia, disinfettanti, insetticidi, prodotti vari (colle, adesivi, vernici, solventi), troppo materiale cartaceo accumulato nelle scuole, fino a sostanze proprie prodotte da fatto di trovarsi in gruppo all'interno di una stanza (respirazione, superficie corporea, prodotti cosmetici, deodoranti, abiti trattati in lavanderie).
Tutte sostanze che penetrano nell’albero respiratorio fino a raggiungere bronchi, bronchioli ed alveoli.

Gli efetti sui bambini sono molteplici: vanno da stati di malessere, stanchezza, senso di fastidio, cefalea ed ansia all'aumento dei sintomi di malattie respiratorie ed allergiche, fino ad alterazioni della funzionalità polmonare, irritazioni agli occhi, al naso, alla gola, sonnolenza, mal di testa, nausea, asma e, addirittura, al rischio di riduzione della risposta alla terapia antiasmatica.

Particolarmente chiaro il risultato di uno dei test effettuati: la spirometria ha attestato che il 13% dei bambini aveva i bronchi ristretti.

Per maggiori particolari si veda:  http://www.associazionealpi.com/index1.html

e anche: http://www.epicentro.iss.it/passi/rapporto2012/PercezioneAmbiente.asp

Ultimo aggiornamento Domenica 30 Marzo 2014 15:52
 
Articoli correlati :

» Lettera a perta del comitato "Pontebbana, vogliamo respirare"

Lettera apertaAlle amministrazioni comunali di Sacile, Fontanafredda, Porcia, Pordenone, Fiume Veneto, Zoppola, Casarsa della Delizia, Valvasone Arzene, Alle associazioni dei territori indicati,Ai cittadini residentiVISTA la situazione in rapido...

» Un salubre febbraio 2019

Onestà politica vorrebbe che NESSUN politico e/o amministratore sacilese degli ultimi 15 anni si esprimesse in modo teatralmente virtuoso sul grave fenomeno perdurante dell’inquinamento. Nessuno se ne è mai realmente preoccupato, anzi, al...

» Ottima possibilità per il Pujati!

Nuovo finanziamento in arrivo oltre ai 14 milioni Inail. Si tratta di 61 milioni dal Ministero per l'Istruzione e dalla UE per l'adeguamento sismico a la messa in sicurezza di strutture scolastiche.Confermata dunque la proposta di SPS: anche questa...

» ...ci saremo almeno stavolta?

Continua la serie delle nostrenella speranza, prima o poi, di vederli ben usati anche a Sacile. Ancora una volta ci riferiamo al recupero degli edifici scolastici, nello specifico dell'attuale sede del Linguistico dell'ISIS Pujati, per la quale da...

» Incentivi per mobilità elettrica: stavolta ci riusciremo?

Ci riusciremo stavolta a farci subito avanti per ottenere un finanziamento e sostituire magari TUTTI i pullmini scolastici (segnalazione di SPS nelle )?!Come sempre noi di SPS siamo convinti che i segnali di cambiamento debbano partire dal mondo dei...

» no volontà, no idee, no proposte, no progetti = no finanziamenti

"Se tutto va bene contiamo di partire con i lavori per la nuova scuola nel 2018." Aveva annunciato il Sindaco di Sacile nell'assemblea territoriale del dicembre 2015 a San Giovanni del Tempio, quando era venuto a perorare la causa dell'accorpamento...

» terra dei fuochi ... friulana doc

21 settembre. Una bellissima giornata tersa dopo due settimane di pioggia. Un bel tepore. La natura non ancora autunnale si presenta alle 17.15 nei suoi colori più belli.Eppure...Eppure, ecco lo spettacolo che si presenta alla rotondina che dalla...

» Comunicato del dott. Mario Canciani sui roghi epifanici

FUOCHI TRADIZIONALI E  SALUTE"L'inquinamento atmosferico è ormai riconosciuto come il "big killer", una delle principali cause di malattie non solo respiratorie e tumorali, ma anche cardiovascolari. Le polveri sottili e specialmente ultrasottili...

» i falsi guadagni

Ma davvero ci abbiamo guadagnato e affidando l'alimentazione dei nostri bimbi alle ditte di ristorazione??? Quanto son serviti i soldi buttati nelle varie iniziative spot nelle scuole per l'infanzia ma non aver ancora un vero programma curriculare...

» SCUOLA: per ora Sacile continua a risultare "assente"

Apprendiamo che ci saranno due incontri dell'Amministrazione con i residenti di S.Odorico e di S. Giovanni del Tempio per sentirci "illustrare sito e caratteristiche" del.Certo, "ascolteremo" l'illustrazione e magari anche ne...