Sacile Partecipata e Sostenibile

venerdì 16, per chi davvero vuole una città più sicura... PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Maggio 2014 15:29

Per la cittadinanza che in questi 5 anni ha più volte manifestato forte preoccupazione per la pericolosità delle strade del sacilese, venerdì sera sarà il momento di potersi informare e ragionare insieme sulle grandi potenzialità di cambiamento che solo un grande progetto organico di moderazione del traffico può dare.
Venerdì 16, alle ore 20.45, presso l'ex San Gregorio, la coalizione di centro sinistra presenterà infatti le caratteristiche, le strategie e le potenzialità di “Una Città a 30km/h”.
Oltre alla eliminazione della prima grande vera barriera architettonica, che è la velocità, e che ovviamente abbatte l'incidentalità sia come numero, sia come gravità, una città “slow” cambia decisamente stile di vita in meglio a tutti: disinnesca la litigiosità tra automobilisti e utenti deboli, mostrando a entrambi una diversa possibilità di convivenza. Aumentando infatti la fiducia di pedoni e ciclisti, di bambini e anziani, a muoversi in sicurezza, si riempie la città di gente vera, svuotandola progressivamente ma in modo quasi naturale – quindi senza contrapposizioni, dalle automobili.
Le strade cittadine, attraverso interventi strutturali ad hoc, si abbelliscono e invitano al cammino, alla sosta, alla ciacola, allo spazio adibito a nuove possibilità. SPS ha sempre sostenuto ad es. che i viali di Sacile (2) devono trasformarsi in “ring” architettonico-culturali-paesaggistici al contrario di quanto previsto – e grazie al cielo non realizzato – dall'Amministrazione Ceraolo.

Promettere spizzichi di piste ciclabili in centro è un disastro annunciato e uno sperpero di denaro certo: non si potrà mai coprire la città di “percorsi protetti”, ma certamente si potrà avere davanti ad ogni porta di casa una strada non più pericolosa. I fondi per costruire una seria rete ciclabile andranno tutti spostati esclusivamente per collegare le frazioni al centro.
Venerdì ne parleremo insieme, con i cittadini che seriamente ci tengono alla vivibilità della nostra città. Con i cittadini che onestamente vogliono cambiare pagina e che vogliono conoscere quali potrebbero essere le modalità. Gli amministratori che fanno credere ai cittadini che un senso unico darà loro più sicurezza o non sanno quel che dicono o negano l'evidenza.
Una città a traffico dolce può essere una città con una nuova attrattiva anche per il turismo, e di riflesso per i commercio, visto che le città europee sono tutte a 30 all'ora.
Una città più vivibile significa anche grande risparmio per la Sanità. Promuove infatti non solo fortemente stili di vita e relazioni sociali sane, ma abbatte anche la spesa sanitaria destinata alla cura di tutte quelle patologie che oggi vanno sotto il nome di “mal di città”.
Studi e ricerche sia dell'OMS, sia della nuova disciplina, l'Ecologia urbana e sociale, confermano: l’urbanizzazione e i suoi effetti sono comprovata causa di molte e diverse patologie. Quasi il 90% dei cittadini ha un disturbo più o meno serio che è strettamente dipendente dalla vita urbana. E non solo a causa dell'inquinamento, ma in particolare anche per lo stile di vita, veloce e stressante, a cui si aggiungono rumore e traffico. Il mix tra inquinanti e stress cittadini scatena una serie di disturbi: da quelli definiti “disturbi psichici metropolitani”(come gli attacchi di panico) a quelli più fisici (come i problemi cardiovascolari, l'asma, il colon irritabile, l'ipoacusia, la gastrite).

Chi davvero vuol cambiare … venerdì 16, ore 20.45, ex San Gregorio, ha l'occasione di fare il primo passo concreto e … sicuro.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Maggio 2014 15:50
 
Articoli correlati :

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» report su assemblea S.Giovannni d.T.

Si è svolta mercoledì 11 maggio 2022 chiesta dalla cittadinanza. Presenti il Sindaco, gli assessori ai Lavori Pubblici e alla Sicurezza, il Comandante della Polizia Municipale e il Dirigente dell'Ufficio tecnico.Davvero buona la partecipazione...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il Prefetto risolve l'attesa al freddo

Finalmente dopo quasi UN anno nessuno sarà più costretto ad addossarsi al muro per stare un pò al riparo in attesa di vaccinarsi. una seconda volta perchè evidentemente si era cercato di fare orecchie da mercante, ma da oggi, martedì 4 gennaio...

» Esposto al Prefetto per situazione attesa vaccinazione

AL PREFETTO di PORDENONESacile, 06/12/2021Oggetto: Ripetuti disagi per attesa turno vaccinazione a SacileIll.mo sig. Prefetto,Con la presente la sottoscritta intende sottoporre all’attenzione della S.V. quanto segue:Davanti ad una delle sedi...