Sacile Partecipata e Sostenibile

Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Dicembre 2019 14:32

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.

Non posso che concordare sulla ennesima segnalazione di pericolo pervenuta dai residenti, così come concordo pienamente che solo con una visione di insieme si potranno risolvere i problemi del traffico cittadino pian piano ma in modo serio e improntato davvero al futuro.

Voglio anche dare credito a tanto interesse e tanta concordia così come dichiarati in modo corale dall'attuale minoranza anche se non riesco a liberarmi del tutto da un pensiero malizioso sulla voglia di rivalsa da parte di qualcuno che fino a poco fa al governo della città pareva molto più propenso ad esser dalla parte degli automobilisti.

Mi si lasci ribadire però ciò che ho sempre sostenuto, la mia contrarietà ai sensi unici, in quanto a ragione non sono annoverati tra i provvedimenti di moderazione del traffico. Nel tempo infatti diventano fonte di pericolo e di ennesima protesta, perchè di fatto il senso unico invita a spinger ancor più sull'acceleratore. La mia seconda contrarietà è rivolta allo spezzatino di piste ciclabili che si rivelano eterogenee, dagli elevati costi di manutenzione e pericolosissime al momenti della loro improvvisa interruzione.

Concordo invece sulla accorata richiesta dei cittadini di essere ascoltati e coinvolti. Non perchè lo dica una che crede fermamente nelle partecipazione, ma perchè viene detto addirittura nei documenti tecnici, come il Rapporto Pubblico di Sicurezza stradale che nel lontanissimo 2003 tra le linee guida della pianificazione urbana del traffico suggeriva che migliorare l’efficienza dell’intervento e della spesa pubblica con il contributo dei residenti e operatori locali significava anche migliorare la consapevolezza dei fattori di sicurezza stradale in tutti i cittadini e ridurre proprio la conflittualità sociale.

 

Mi si darà anche atto che ho sempre sostenuto che solo una visione globale di città a 30km/h permette di cambiare davvero le cose sia in fatto di pericolosità, sia in fatto di barriere architettoniche, sia in fatto di inquinamento, sia in fatto di città più bella.
Purtroppo, guarda caso, nell'ormai dimenticato bando per il finanziamento del 30km/h proprio alla voce "progettazione partecipata" Sacile ha ottenuto solo 2 punti su 5.
E non solo. Il resto sullo scarso punteggio nelle varie voci potete leggerlo nell'articolo al tempo pubblicato. Inoltre è sotto gli occhi di tutti quello che in questi anni ha caratterizzato l'amministrazione Ceraolo (Lega e Attivasacile compresa), cioè interventi frammentari e a loro volta causa di nuovi problemi.

Auspico dunque che davvero stavolta non si faccian solo incontri dove i cittadini fungono da pubblico muto, ma si dia modo di ampio e rispettoso confronto.

E speriam non restino le solite sparate al vento....

Se volete rinfrescare la memoria ricordate che qui potete consultare la bozza del PUT del 2006

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Dicembre 2019 19:05
 
Articoli correlati :

» L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia. Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi...

» Sacile e l'offensiva della mobilità elettrica!!!

Gennaio 2020: dopo mesi di articoli su tutta la stampa locale e nazionale su una situazione di inquinamento ormai gravissima da Torino a Roma, vediamo . Vediamo quale potente offensiva l'amministrazione sacilese sta opponendo ad un'aria dove nei...

» Letterina alla Befana per chiedere il sottopasso

Ma guarda un pò?! Visto che la non ha portato in dono ai pendolari e ai cittadini di Sacile richiesto, qualcuno ha pensato bene di rivolgersi stavolta ... alla Befana!"Cara Befana, l'anno scorso Babbo Natale non è riuscito a portarci il...

» I conti dell'ex ass. Cazorzi son giusti, ma il risultato...NO

A dimostrazione di quanto detto nel titolo inizio proprio dalla giornata della pubblicazione di questo articolo su , cioè la linea Sacile Gemona, attualmente Sacile - Maniago (34km). Oggi, , è infatti un gran giorno per tutta la popolazione che...

» Dove metto la VETRORESINA???

Se sei un cittadino virtuoso non hai vita facile. Questo ormai è certo. In particolare quando si tratta di voler smaltire i rifiuti in modo ineccepibile.Perchè?Perchè scopri che ci sono cose che ieri erano rifiuto qualsiasi e oggi sono rifiuti...

» ovvio che l'erba cresce ... o no???

Spiace, ma di solito c'è da aspettarselo: l'erba cresce con regolarità, a maggior ragione in zona umida e soleggiata come lungo il rio Paisa.Così dopo solo TRE settimane dalla prima segnalazione le panchine poste nel primo tratto della ciclabile...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» Tra promesse da marinaio e consigli della nonna

La Giunta sacilese procede tra promesse da marinaio e consigli della nonna e intanto la sicurezza stradale alle soglie del 2020 resta un miraggio.Che ci siano strade come la Pontebbana o la Cimpello - Sequals che sono molto più pericolose...

» Acqua del Sindaco pericolosa?!

Già, l'acqua del Sindaco a Sacile è pericolosa. Speriamo non quella di rubinetto, ma certamente quella che sgorga allegra e apparentemente chiara e fresca dalle fontane pubbliche, di certo nuoce alla salute. Peccato, perchè è durata poco.Dopo la...

» Annunciato pericolo a San Giovanni del Tempio

Si stanno ormai sistemando gli esterni della all'entrata est del Comune Sacile da dove entrano ed escono i residenti di San Giovanni del Tempio provenienti da Pordenone da quando la in via dei Masi. Dal momento ormai che il problema è ammesso da...