Sacile Partecipata e Sostenibile

Zona 30: beneficio 5 PDF Stampa E-mail
Domenica 21 Giugno 2015 17:11

Segue i benefici 1, 2, 3, 4. Il beneficio numero 5 del 30 all'ora è: strade di città davvero SENZA BARRIERE!

Innanzitutto perchè la PRIMA BARRIERA per qualsiasi utente non motorizzato della strada è LA VELOCITA'.
Questo lo capisce anche un bambino, si potrebbe dire. Invece no. Dovrebbe essere talmente ovvio da non doverlo nemmeno citare, eppure, se chiedete a qualsiasi persona di farvi un esempio di barriera sulla strade vi elenca i marciapiedi, le buche, ecc., ma mai "la velocità".
Teniamolo quindi presente da oggi in poi.

A parte dunque un traffico che si muove lento ma fluido, quello che un progetto organico di città a 30km/h prevede è l'eliminazione di tutto quanto fa impedimento strutturale, di tutto quanto fa spessore, rende scivoloso, rende poco visibile, rende complicato, ecc. ecc.
Uno de primi interventi ad ampio raggio è ad es. l'ampliamento dello spazio di corridoio di pedoni e ciclisti unitamente all'eliminazione dei tanto pericolosi bordi dei marciapiedi. Lo stesso dicasi per queei provvedimenti che erroneamente vengono venduti per "messa in sicurezza", mentre sono costosi, richiedono manutenzione e, soprattutto, NON proteggono realmente.  Parliamo di cordoli, colonnine, siepi, rallentatori di plastica, ecc. O addirittura chi evoca il "senso unico" ... che non appare in nessun elenco dei provvedimenti per la "moderazione del traffico"!

I cosiddetti "percorsi protetti" sono quasi sempre una pericolosissima illusione.
Il caos dei vari pezzi di puzzle di tutti i tipi di piste ciclabili a Pordenone, che guarda caso da alcuni anni sono ormai subbissati di critiche, dovrebbero indurre a non perseverare su questa strada.

Ecco invece come possono diventare le strade di una città che non nega ai mezzi motorizzati di transitare, ma proprio attraverso l'ASPETTO che le strade, gli incroci, le piazze assumono, crea una specie di "deterrente naturale" per chi guida e dà invece maggior sicurezza a chi si muove a piedi, in bici o con ausili per disabilità varie.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Giugno 2015 14:01
 
Articoli correlati :

» come un granello di sabbia diventa una guerra

Il semplice prolungamento di un sottopassaggio.Il paradosso dell'ennesima brutta pagina politica di Sacile: per un intervento che non sarebbe costato un solo Euro all'Amministrazione precedente, quella del Sindaco Ceraolo, oggi assessore ai lavori...

» La congestione della Pontebbana e il nuovo Masterplan della Carinzia

Siamo alle solite.Per i nostri amministratori e politici non esiste altro che moltiplicare i chilometri di asfalto per accontentare il traffico. Loro lo chiamano decongestionare, snellire, distribuire. Il problema è che bisognerebbe invece poter...

» Quando una scuola è più di un gioiello

Quando una scuola è più di un gioiello: ecco la scuola elementare di Arnoldstein, certificata Klimaaktiv Gold.Dallo storico edificio del 1910, ristrutturato e ampliato nel 1969 e nel 1990, fino a questo splendido esempio di scuola ecologica,...

» Dire che il piano aria dei 10 comuni è comico sarebbe un complimento

Definirlo "comico" si potrebbe se non si trattasse di una tale gravità. Gli amministratori dei 10 Comuni presenti del pordenonese hanno fatto una sola cosa nuova: mettersi insieme.Primo provvedimento che andava fatto già anni fa. Primo aspetto...

» triste ritornello: il Comune di Sacile sempre ...fuori

Fuori dai primi posti entro i quali ricevere il finanziamento , fuori dai fondi PISUS, fuori dal (assegnazione solo a fine 2015, vedremo ora quanto tempo passerà per la concretizzazione!) e ora fuori dal primo finanziamento per i progetti di...

» dove le residenze per anziani si costruiscono in pochi mesi

Per iniziare andiamo però al contrario: cioè a quanto riferito da articolo - guarda caso - del giorno dopo il nostro sulla stampa locale, . L'articolo riferisce dei famosi 15 alloggi per anziani (dei quali ). Progetto avviato 5 anni fa, costo...

» i dubbi ... sulla futura efficacia

Confermando la passiamo al secondo punto:2) Gli interventi sulla viabilità ci fanno persistere nel forte dubbio sulla reale visione organica di questa amministrazione in fatto di sicurezza stradale e di qualità e vivibilità per tutti i cittadini...

» I dubbi fondati sulle conferme: il miracolo mancato dei Velo OK

Ad ogni annuncio dei vari Assessori sacilesi ci sorgono purtroppo diversi dubbi.Innanzitutto per il contenuto degli annunci: non solo perchè paiono scoprire quel che si definisce "l'acqua calda", ma - ben più grave - perchè pare proprio che non...

» Zona 30: beneficio 3

Beneficio 1: minor spazio di frenata e di arrestoBeneficio 2: cono visivo allargatoTerzo - e ovviamente non ultimo beneficio del 30 all'ora - questa volta è il restringimento della carreggiata per le auto in favore dell'ampliamento della sede...

» Zona 30: beneficio 2

Dopo avervi esposto il primo beneficio di una città a 30km/h (spazio di frenata e di arresto) vi proponiamo il secondo:Il secondo beneficio è ugualmente innegabile perchè attestato da prova concreta (può verificarlo ognuno di noi!). Si tratta...