Sacile Partecipata e Sostenibile

Incidenti stradali nel territorio comunale: un'inchiesta a Sacile per capire il tragico fenomeno ... poi bisognerà agire per avviare il cambiamento! PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Settembre 2010 22:15

img-artSacile Partecipata e Sostenibile ha raccolto i dati sugli incidenti stradali del territorio comunale di Sacile dal 2005 a giugno del 2010 (ci riserviamo di aggiornarli al 31 dicembre 2010).

Gli incidenti non sono dei fatti inevitabili, ma possono essere oggetto di prevenzione e di drastica riduzione. Altrimenti non ci si potrebbe spiegare come mai Berlino, con 3.430.000 abitanti, abbia avuto 48 morti in un anno e Roma, con 2.740.000 abitanti, ne abbia avuti 190. E non è un caso che Germania e Austria siano riusciti a superare l’abbattimento degli incidenti del 50% previsto dalla Comunità Europea entro il 2010, arrivando addirittura ad allineare il numero dei sinistri a quelli del 1950.

E’ fondamentale partire dai dati. Non si può relegare la “memoria storica” degli incidenti a singoli accadimenti di forte impatto emotivo. Non si può discutere di sicurezza stradale in base a sensazioni e opinioni.

Crediamo che questo tipo di lavoro, basato su dati scientifici, sia fondamentale per sviluppare concrete strategie di prevenzione. Questi numeri devono essere conosciuti da tutta la cittadinanza perché la riduzione dell’incidentalità è dovere di tutti. Speriamo quindi che queste informazioni geberino tra i cittadini una fertile discussione.
Riteniamo che l’indicatore sugli incidenti sia al tempo stesso un indicatore per la vivibilità  della nostra città. Contribuire insieme ad abbassarlo significa elevare la qualità di vita per tutti.
Ma la cosa forse più importante è che l’oggettività dei dati permette di conquistare sull’argomento un consenso politico trasversale – e ciò non potrà che essere utile all’intera città.

I dati ricevuti dalla Polizia Municipale, dai Carabinieri di Sacile e dalla Polizia Srtradale di Pordenone sono stati assemblati. In questo modo è stato ottenuto il totale degli incidenti stradali rilevati dai tre soggetti deputati (a ciò si aggiungono ovviamente quelli non verbalizzati, che possiamo solo stimare):

 

Totale degli incidenti stradali rilevati a Sacile.
Rilevatore
Incidenti
Feriti
Decessi
POLIZIA MUNICIPALE 89 74 1
CARABINIERI 146
(città: 62)
(periferia: 84)
191
(città: 65)
(periferia: 126)
6
POLIZIA STRADALE 47 43 0
TOTALE
(giugno 2010)
282 308 7

 

Di seguito abbiamo nello specifico assemblato per singole vie gli incidenti rilevati dalla Polizia Municipale:

 

TERRITORIO COMUNALE DI SACILE
INCIDENTI rilevati dalla POLIZIA MUNICIPALE
dal 1°gennaio 2005 al 24 giugno 2010
Luogo
Incidenti
Feriti
Bretella A 28 1 1
SS 13 v.le Repubblica 9 10
SS 13 v.le Trento 4 3 + 1 decesso
SS 13 v.le Repubblica incrocio v. Marconi 2 2
SS 13 v.le Matteotti incrocio v. Fermi 1 2
SS. 13 v.le Matteotti 1 2
SS 13 v.le Matteotti incrocio v. S.Liberale 2 2
SS 13 v.le Repubblica incrocio v. Curiel 1 1
SS 13 v.le S. Giovanni d. Tempio 4 4
v. Cartiera Vecchia 4 6
v.le Trieste 1 0
v.le Trieste incrocio v. Ettoreo 2 2
v.le Trieste incrocio v. Gardini 1 1
v.le Trieste incrocio v. Marconi 1 2
v.le Trieste incrocio v. Meneghini 1 1
v.le Trieste incrocio Bellini 1 1
v. Ettoreo 6 3
v. Cavour incrocio v. Ettoreo 2 2
v. Cavour 1 1
v.le Zancanaro 2 0
v.le Zancanaro incrocio v. Gardini 4 4
v. Carducci 1 1
S. Liberale 1 1
S. Liberale incrocio v. Gramsci 1 1
P.zza del Popolo 1 0
Campo Marzio 1 2
v. Dante 1 0
v. Luigi IX 1 3
v. Ponte Lacchin 1 1
v.le Lacchin 1 2
v.le Lacchin incrocio p.zza Libertà 1 0
v. Martiri Sfriso 1 0
v. Martiri Sfriso incrocio v. Fasan 2 0
v. Flangini 2 2
v. Don Milani 2 2
v. Malvignù 1 1
v. Rosselli 3 1
v. Monteverdi 1 1
v. Peruch 1 0
v. Peruch incrocio v. Chiaradia 1 0
v. Peruch incrocio v. Adige 1 0
v. G. da Sacile incrocio XXXI Ottobre 1 2
Villorba 1 1
v. Ronche 1 0
Ronche incrocio v. Gava 1 1
v. Geromina 1 0
v. Geromina incrocio strada Cellini 1 1
v. Padernelli incrocio Geromina 1 1
v. Mezzomonte 1 0
v. Colombo 1 0
Cavolano 1 0
Vistorta 1 0
v. Molino 1 0
v. Mameli 1 0

 

Tuttavia questa pubblicazione non rappresenta un punto d’arrivo, bensì un punto di partenza.
Bisognerebbe “disaggregarli” per poterli interpretare e capire su quali fronti agire e quali obiettivi porsi.
Per es.:
Accertamento delle cause (velocità, mancata precedenza, sorpasso, ecc.)
Quali i soggetti coinvolti (guidatori, passeggeri, ciclisti, pedoni, anziani, bambini, ecc.)?
Quali i mezzi coinvolti?
Quali le ore del giorno (ore di grande volume di traffico o con scarso flusso, con luce del giorno o serale/notturno, orario uscita da scuola/dal lavoro o fuori dagli impegni, ecc.)?
Quali le stagioni e le condizioni meteo (strade asciutte o bagnate, nebbia, forte soleggiamento, ecc.)?
Percorsi abituali o occasionali?
Cittadini residenti o non residenti?
Fasce di età?
ecc. ecc. ecc.

L’indicatore del tasso di incidentalità dovrebbe far parte integrante, oltre che delle politiche della salute, delle scelte inerenti a Piani Urbani del Traffico, a interventi sulla viabilità, all’urbanistica in generale.
Tutti conosciamo le cifre nazionali, sia riguardo al numero di morti sia riguardo ai costi sociali, ma poi tutto si ferma lì, con il solito fatalismo.
Bisogna invece decidersi ad agire localmente per avviare il cambiamento.

SPS cerca di dare un primo contributo offrendo alla città questa semplice ricerca.

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Ottobre 2010 07:58
 
Articoli correlati :

» Lavori perennemente rinviati: cataclismi naturali???

Unitamente alla comunicazione sul rinvio al prossimo anno (pare) dell'adeguamento antisismico alla scuola primaria Deledda di Sacile il Sindaco rassicura che "i progetti rinviati hanno copertura economica".Perplessità? Rabbia? Peste e corna? No,...

» numeri di incidenti che ... non tornano

La relazione di sintesi che accompagnava nel 2015 la domanda di partecipazione al bando regionale per la realizzazione di zone a 30km/h continua a crearci perplessità.Oltre infatti a non aver ancora ricevuto risposta relativamente , che non sappiam...

» e dai con la sicurezza, o meglio, con la memoria corta dei cittadini

Abbiamo letto le dichiarazioni del Presidente del Consiglio, Marco Bottecchia.Sempre uguale la Lega. Nel 2017 con la "sicurezza",Bottecchia afferma che per la sicurezza "va potenziato l'organico delle Forze dell'Ordine".Bene. Potremmo essere...

» Incidenti 2016

SPS : I dati del 2016 ricevuti dalla Polizia Municipale, dai Carabinieri di Sacile e dalla Polizia Stradale di Pordenone sono stati assemblati (cui si aggiungono ovviamente i numeri degli incidenti non verbalizzati).SACILEdal 01/01/2015al...

» WOW! a Sacile avremo anche i NONNI VIGILI!

Nella relazione di sintesi della Proposta di Progetto “Programma 3S: Sicurezza Stradale per Sacile” necessaria per partecipare al troviamo a pagina 47 una cosa davvero curiosa: al punto 4.5 si preannuncia infatti l'avvio del “servizio dei...

» ragione su via Bellini

Anche questa volta abbiamo ottenuto un risultato utile alla cittadinanza: è stata , con uscita verso viale Trieste, di via Bellini. Sicuramente dobbiamo ...Peccato però dover constatare ancora in questo caso che l'amministrazione - per impuntarsi...

» San Giovanni del Tempio: subito un tavolo di confronto

Troppo lunga e frequente la catena di incidenti sulla Pontebbana nel tratto di San Giovanni del Tempio. L'amministrazione sacilese convochi subito un tavolo di confronto con tutti i soggetti istituzionali coinvolti. Si promuova uno studio e si...

» Esposto su incidenti incrocio via Bellini

Lo avevamo detto: se fosse continuata la catena di avremmo presentato esposto al Prefetto.AL PREFETTO di PORDENONEe p.c. al SINDACO di SACILESacile, 18/11/2016Oggetto: Ripetuti incidenti all'incrocio tra via Bellini e viale Trieste a SacileIll.mo...

» Incidenti 2015

SPS : I dati del 2015 ricevuti dalla Polizia Municipale, dai Carabinieri di Sacile e dalla Polizia Stradale di Pordenone sono stati assemblati (cui si aggiungono ovviamente quelli non verbalizzati, che possiamo solo stimare). Tenete presente che...

» accesso alla stazione da via Topaligo

SPS propone il seguente intervento per permettere l'accesso alla stazione ferroviaria di Sacile da due lati. Questo potrebbe avere duplice funzione per la sicurezza: permetterebbe a chi proviene dalla parte sud di entrare in stazione senza l'ormai...