Sacile Partecipata e Sostenibile

Lavori in Viale Trieste ... i 30Km/h calzano a pennello!!! PDF Stampa E-mail
Venerdì 09 Luglio 2010 07:22

30-immagine.jpg

L’intervento annunciato per Viale Trieste può costituire una grande occasione di trasformare per la prima volta nella nostra città un pericoloso tratto stradale in un percorso che tutela tutti gli utenti della strada. Ovviamente ci riferiamo ad una visione lungimirante di “viabilità dolce”. Alla base sta la scelta del 30km/h che qui ci starebbe a pennello visto che l’inizio di Viale Trieste si colloca ad una vera e propria "porta" della città.
Quindi, a cascata, si potranno scegliere tra le tante opzioni che vanno sotto il comune denominatore di “moderazione della velocità”. Ad esempio, restringere la carreggiata in modo da evitare innanzitutto il senso unico. Si tratta infatti di una scelta ormai obsoleta perché è provato che i sensi unici sono pericolosissimi per tutti gli altri utenti della strada eccetto le auto, perché si inquina di più obbligando le macchine ad allungare i percorsi ( e Sacile ha già abbastanza problemi di qualità dell’aria) e infine perché negli anni hanno dimostrato di non aver per nulla “fluidificato” il traffico in nessuna città.

panchina sfasciataSi potrebbero disporre i parcheggi a spina di pesce con almeno una interruzione di visuale in modo da creare all’occhio del guidatore il cosiddetto “effetto scicane”, eliminare gli spigoli dei marciapiedi e innalzare i passaggi pedonali, migliorare la visibilità agli incroci, ecc.

Proseguendo si creerebbe quasi naturalmente un’intera “zona trenta”, comprendente via Ettoreo (percorsa da chi si reca a scuola e all’Ospedale!), via Zamboni (che potrebbe diventare una "strada per giocare", con giochi tipici disegnati fissi a terra), e, soprattutto, viale Zancanaro, dove si trovano molte scuole.

Finalmente si potrebbero sperimentare al tempo stesso sicurezza, abbattimento di rumore e inquinamento, e  miglioramento dell’estetica della città.

Tutti ricordiamo la panchina sfasciata in pieno giorno, dove grazie al cielo in quel momento non sedeva nessuno. Ebbene, è la dimostrazione lampante che non servono barriere come siepi o marciapiedi; se la macchina arriva veloce le salta. L’unico modo per permettere a tutti di muoversi sicuri è la riduzione della velocità!
Allora la vogliamo cogliere questa occasione???

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2015 21:07
 
Articoli correlati :

» Ciclabile sul Meschio ok ... e poi?!

La notizia che la bella ciclabile lungo il Meschio potrebbe arrivare fino a Sacile è sicuramente una buona nuova. Conosco bene e frequento il tratto che da San Giacomo di Veglia porta a Vittorio Veneto. Nei giorni festivi più che una ciclabile è...

» Via Fasan, si riaccende la richiesta di aiuto da parte dei residenti

Sono sicura che mi sarà concesso di intervenire sul nuovo caso problematico in fatto di viabilità che occupa attualmente lo spazio della stampa di Sacile, cioè via Fasan e il raggio di zona limitrofa.Non posso che concordare sulla ennesima...

» Pure la nuova scuola SLITTA e LIEVITA ...

Non voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un fratello in Senato. Nemmeno voglio pensare che è perchè il nostro Sindaco non ha un ex consigliere eletto nella sua lista poi promosso a consigliere regionale. Non voglio pensare che è...

» La congestione della Pontebbana e il nuovo Masterplan della Carinzia

Siamo alle solite.Per i nostri amministratori e politici non esiste altro che moltiplicare i chilometri di asfalto per accontentare il traffico. Loro lo chiamano decongestionare, snellire, distribuire. Il problema è che bisognerebbe invece poter...

» La lezione di Prà di Risi

La lezione di Prà di Risi, la zona industriale di Zoppola sorta sui terreni assoggettati ad esproprio lungo la Cimpello-Sequals, dovrebbe andare oltre i confini di Zoppola e valere come monito per tutti.La questione della misura degli indennizzi,...

» Dire che il piano aria dei 10 comuni è comico sarebbe un complimento

Definirlo "comico" si potrebbe se non si trattasse di una tale gravità. Gli amministratori dei 10 Comuni presenti del pordenonese hanno fatto una sola cosa nuova: mettersi insieme.Primo provvedimento che andava fatto già anni fa. Primo aspetto...

» triste ritornello: il Comune di Sacile sempre ...fuori

Fuori dai primi posti entro i quali ricevere il finanziamento , fuori dai fondi PISUS, fuori dal (assegnazione solo a fine 2015, vedremo ora quanto tempo passerà per la concretizzazione!) e ora fuori dal primo finanziamento per i progetti di...

» I dubbi fondati sulle conferme: il miracolo mancato dei Velo OK

Ad ogni annuncio dei vari Assessori sacilesi ci sorgono purtroppo diversi dubbi.Innanzitutto per il contenuto degli annunci: non solo perchè paiono scoprire quel che si definisce "l'acqua calda", ma - ben più grave - perchè pare proprio che non...

» Zona 30: beneficio 5

Segue i benefici 1, 2, 3,. Il beneficio numero 5 del 30 all'ora è: strade di città davvero SENZA BARRIERE!Innanzitutto perchè la PRIMA BARRIERA per qualsiasi utente non motorizzato della strada è LA VELOCITA'. Questo lo capisce anche un bambino,...

» al via il bando regionale per la realizzazione delle "Zone30"

Sul profilo Facebook dell'Ass. regionale Santoro è apparso sabato 28 febbraio il seguente post:"Ieri abbiamo approvato in Giunta Regionale un bando per l'erogazione di contributi ai Comuni, per la realizzazione nei centri urbani di Zone 30, dove il...