Sacile Partecipata e Sostenibile

L'incrocio che contribuisce all'aumento dei costi sociali PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Marzo 2020 17:31

Uscita di via Pordenone sulla Pontebbana: l'incrocio a San Giovanni del Tempio che invita agli incidenti e che aumenta i costi sociali dell'incidentalità del Friuli Venezia Giulia.
Per l'intero tratto di viale S. Giovanni d. Tempio servirebbe poi un vero registratore di cassa...

Prendiamola così, visto che dal lato dell'idealismo non c'è nulla da sperare dopo anni di promesse. Prendiamola dal lato finanziario. Sapete a quanto ammontava il totale del costo sociale degli incidenti in FVG?
Il dato inconfutabile fornito dall'ISTAT per l'anno 2017 è di 339.248.583 Euro!
Sì, avete letto bene, quasi 340 MILIONI per il solo FVG.
E poi parliamo di costi elevati per mettere in sicurezza le strade???
Ma ci rendiamo conto che, se avessimo inziato almeno dagli anni '80 a riconoscere l'aumento esponenziale di traffico e relativo pericolo, avremmo potuto investire in modo onesto e ottimale risorse per prevenire proprio questi 340 milioni?

Ma non basta. Alla fonti di pericolo strutturali si aggiungano scelte estremamente superficiali e infauste, come quella appunto di un effetto a catena sulla viabilità di San Giovanni del Tempio.
L'elenco è lungo:
- La forte espansione edilizia lasciando strade e stradine così come erano negli anni '70 quando c'erano quattro case e tanti campi.

- L'espansione commerciale lungo l'asse della Pontebbana che ha aumentato le piccole uscite dirette (alcuni ne hanno due).

 

 

- L'immotivata scelta del senso unico, dopo aver lottato anni per evere il semaforo (ricordo che il senso unico NON era stato previsto dagli architetti che avevano redatto il percorso casa-scuola e che il loro progetto prevedeva un ben diverso e ben più efficace intervento all'uscita di via dei Masi, che avrebbe anche reso più visibile l'attraversamento pedonale a chi esce da via delle Valli).
E tenete anche conto che a molti automobilisti nemmeno aver diviso il senso unico tra svolta a sinistra e a destra per velocizzare la “coda” (figurarsi...dieci minuti al massimo) è sufficiente: se da lontano vedono rosso infilano via Interna e corrono all'icrocio SENZA semaforo. E aggiungete che nel 2020 ancora c'è chi erroneamente si infila contromano dalla Pontebbana.

 

 


- La conseguente revisione del divieto che c'era una volta di svoltare a sinistra verso Sacile da via Pordenone: ad un tratto quel che sembrava assolutamente non modificabile, come per incanto, è stato invece fatto. Anzi, ci han fatto anche una bella freccia per poter mettersi in centro strada (solo un pazzo lo farebbe) aspettando di buttarsi poi a destra.
Peccato che poco tempo dopo è stato aperto il locale pubblico per il quale anche un cieco avrebbe notato che non poteva bastare il parcheggio. Le conseguenze da giovedì a domenica sera tarda le sappiamo. Ma torniamo alla freccia: Secondo voi, chi arriva da Sacile, dove si mette???
Si mette esattamente al contrario della freccia per girare a sinistra verso il locale!
Ah sì??? Quindi la segnaletica stradale orizzontale sulla Pontebbana è interpretabile a seconda del desiderio dell'automobilista???

- Da pochi mesi si aggiunge poco dopo via Pordenone l'entrata/uscita per parenti e cortei di auto della Funeral House, incrocio che ci avevano promesso sarebbe stato adeguato prima dell'apertura.

E poi ci si stupisce che FVG Strade abbia chiesto una proposta COMPLESSIVA per quel tratto di Pontebbana???
Dopo che per decenni le varie amministrazioni han fatto e disfatto senza alcuna visione generale e tarata sul futuro???
Ci avevano venduto per imminente il progettino pubblicato con annuncio sulla stampa e invece stiamo ancora aspettando, con i costi ovviamente cresciuti. Ultima riprova di come le cose sian fatte a dir poco con i piedi, il fatto che FVG Strade abbia chiesto la modifica del progetto causa il dislivello tra sedime Pontebbana e via Pordenone.
Ma via Pordenone non è sprofondata ad agosto 2019. Nessuno si era accorto che c'era quel dislivello?

Ecco, lasciamo stare feriti e morti di viale San Giovanni del Tempio, buttiamola sui costi e vediamo se in questi decenni non sarebbe convenuto finanziare la sicurezza e abbassare ogni volta la cifra dei costi sociali degli incidenti!

O forse, più che i costi per la collettività, sono più importanti gli interessi di tutti coloro che con gli incidenti ci guadagnano?
Hmmm, a pensar male ci si azzecca spesso purtroppo...

Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Marzo 2020 20:37
 
Articoli correlati :

» inghippo nella riscossione tributi tramite l'AdE

Si pubblica volentieri di seguito la segnalazione di una cittadina sacilese:"Ma cosa c'è di più distensivo che andare al giovedì al mercato a Sacile?Il giro della piazza, le bancarelle, gli incontri casuali, fermarsi a bere un caffè e ascoltare...

» Risposta all'assessore alla sicurezza

Figurarsi se nn so che il Comando di Maniago è capofila di 6 Comuni associati e lo sanno tutti i cittadini che leggono il giornale perchè è sotto gli occhi di tutti. Perciò non perdo tempo a dire cose ovvie solo perchè non ho altri argomenti da...

» No corpo Polizia Municipale? Ahi ahi ... no finanziamenti!!!

Certamente gli articoli sulla stampa locale si lasciano scrivere e non possono che riportare quel che gli amministratori locali ufficialmente comunicano. Ciò non toglie che però noi cittadini sfogliamo tutte le pagine del giornale che abbiamo in...

» La storia finita del trasferimento della Collodi

E così è sfumata la possibilità di trasferire dalla sede dell’Aporti in un nuovo edificio scolastico la scuola dell’infanzia Collodi. Questo avrebbe permesso ai bimbi di avere una struttura adeguata ai moderni standard ambientali ed educativi...

» report su assemblea S.Giovannni d.T.

Si è svolta mercoledì 11 maggio 2022 chiesta dalla cittadinanza. Presenti il Sindaco, gli assessori ai Lavori Pubblici e alla Sicurezza, il Comandante della Polizia Municipale e il Dirigente dell'Ufficio tecnico.Davvero buona la partecipazione...

» Assemblea sui pericoli della Pontebbana

Assemblea pubblica a San Giovanni del Tempio MERCOLEDI 11 maggio, ore 20.30 presso la scuola De Amicis.L'amministrazione ha accettato la richiesta qui sotto riportata e incontrerà la cittadinanza per discutere delle varie problematiche legate alla...

» Incidenti 2021

Sono in totale 74 gli incidenti avvenuti nel 2021 nel nostro territorio comunale. 44 i feriti. Purtroppo mancano da alcuni anni i numeri della Polstrada, perchè il sistema in cui inseriscono i dati è regionale e risulta complicato estrarre i...

» Ipso facto, riforma costituzionale e giardinaggio nel giardino della Serenissima

Si pubblica con piacere il seguente articolo di Andrea GazzettaProbabilmente è solo una strana coincidenza, eppure suscita un po di sconcerto, dopo pochi giorni dall'approvazione delle modifiche alla Costituzione in materia di tutela...

» La storia finita del Liceo Musicale a Sacile

E così, con il mancato numero di iscrizioni per l'anno scolastico 2022-2023 si chiude purtroppo irrevocabilmente il capitolo per il tanto atteso Liceo Musicale nella nostra città, una città che in fatto di tradizione musicale non sta dietro a...

» Il Prefetto risolve l'attesa al freddo

Finalmente dopo quasi UN anno nessuno sarà più costretto ad addossarsi al muro per stare un pò al riparo in attesa di vaccinarsi. una seconda volta perchè evidentemente si era cercato di fare orecchie da mercante, ma da oggi, martedì 4 gennaio...