Sacile Partecipata e Sostenibile

Strisce pedonali: alzare una mano può salvarti la vita PDF Stampa E-mail
Giovedì 31 Ottobre 2013 19:21

Le strisce pedonali, inventate dagli inglesi alla fine degli anni ’50 e immortalate nella famosa foto dei Beatles, stanno avendo un momento di crisi a causa dei numerosi pedoni stesi durante l’attraversamento, tanto che gli stessi inglesi stanno valutando se toglierle, mentre in Italia si cerca di risolvere il problema colorandole o sopraelevandole di pochi centimetri rispetto al manto stradale, in modo da renderle più visibili agli automobilisti.
Il problema, infatti, nella maggior parte dei casi è proprio questo: l’automobilista, distratto per i più svariati motivi, non si accorge del pedone che sta attraversando le strisce, se non all’ultimo momento.
Anche i pedoni hanno comunque le loro responsabilità: alcuni si affacciano sulla strada e si assicurano giustamente che l’automobilista cominci a frenare prima di attraversare, altri si buttano all’improvviso sulle strisce, certi del loro diritto di precedenza.
E’ l’eterna lotta tra Davide e Golia. Visto che i morti ci sono, e non sono pochi, perché non responsabilizzare maggiormente anche il pedone?
La soluzione può essere questa: quando il pedone decide di attraversare le strisce alza la mano, in modo da comunicare all’automobilista la sua intenzione, aspetta che l’auto cominci a rallentare e poi attraversa.
Qualcuno potrebbe obiettare che in questo modo, nel caso di incidente, sarebbe difficile capire se la colpa è dell’automobilista distratto o del pedone che non ha alzato la mano. Questo può essere risolto lasciando le cose come sono: il pedone ha sempre la precedenza. Basterebbe aggiungere una norma che sanzioni il pedone se non alza la mano, e non aspetta che l’auto rallenti, prima di attraversare le strisce.
In fin dei conti, visto che la vita in gioco è la nostra, perché aspettare una norma e non provare ad applicare fin da subito questa semplice regola? Magari, potrebbe scappare anche un salutare sorriso tra il conducente e il pedone.
Ruggero Da Ros

Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Ottobre 2013 19:22
 
Articoli correlati :

» AUSTRIA: nuove regole per la sicurezza dei più deboli

In Austria è stato fatto un nuovo passo nella sicurezza stradale in favore della salvaguardia degli utenti più indifesi e del clima.Per grandi e soprattutto per piccini andare a piedi o in bicicletta, così come per mamme con passeggini, anziani...

» La corsia ciclabile di v.le Zancanaro si è dimostrata per quel che è

Purtroppo non ci è voluto molto tempo per dimostrare che la corsia ciclabile di viale Zancanaro brilla di precarietà in fatto di sicurezza. Sapete che dall'inizio ero contraria e sapete che non la definisco "pista" bensì "corsia". Il primo...

» il più grande distributore elettrico

Oltre ai parcheggi muniti di colonnina di ricarica elettrica, contrassegnati in verde e posizionati in città, nei centri commerciali e nelle nuove aree industriali, è stata da poco inaugurata a Villach la più grande stazione di distribuzione di...

» multe sulle strisce blu? intervento del dott.Vairo

Pubblichiamo di seguito l'intervento del dott. Raffaele Vairo, già coordinatore dell'Ufficio del Giudice di Pace di Pordenone, in materia di strisce blu e multe per sforamento dell'orario:Strisce blu. Lupi conferma:”Niente multa per chi sosta...

» strisce su tre lati... e il quarto???

Passato ormai un anno dalla realizzazione della rotonda di via M.Sfriso all’incrocio con via Fasan, i cittadini sono ancora in attesa che venga realizzata la segnaletica orizzontale al passaggio pedonale di via Fasan. Sono dipinte in bianco e blu...

» invito dell'Amministrazione contro l'intasamento davanti alle scuole

Pubblichiamo di seguito la lettera alle famiglie relativa ai per ridurre l'inquinamento e il pericolo di incidenti davanti alla :Sacile, 20/02/2013Ai genitori degli alunni del Plesso scolastico Vittorino da FeltreLoro sediOggetto: Utilizzo degli...

» Davanti alle scuole sempre peggio:

La signora Daniela ha affinato negli anni la sensibilità per i problemi del mondo dell'infanzia in qualità di insegnante e si batte da sempre come cittadina per una città più vivibile. Ma ora è anche nonna. Una nonna che alla mattina accompagna...

» Giornata dell'Infanzia? ... ma se peggiorano ulteriormente le condizioni di vita dei bambini in Italia!

Il 17 novembre 2011 è stata celebrata come sempre la “Giornata dell’Infanzia”. Ma c’è ben poco da “celebrare”: peggiorano infatti ulteriormente le condizioni di vita dei bambini in Italia.1.876.000 vivono in povertà relativa.653.000...

» Automobilisti indisciplinati, traffico, smog e ... ancora quella povera vecchia magnolia che l'amministrazione vuole abbattere!!!

Condividiamo la preoccupazione del Sindaco per gli automobilisti indisciplinati che la fanno da padrone nella nostra cittadina, ma non ne siamo sorpresi. Consideriamo questi comportamenti arroganti una logica conseguenza di anni di politiche che...

» Piazza e pedonalizzazione

Non approderemo mai ad una soluzione sulla pedonalizzazione della piazza prendendo in considerazione solo quell’area ben delimitata. Non solo perché non sono sufficienti pochi metri quadri per cambiare la qualità di vita dei residenti, ma...